Freiheit: “Il referendum per l’indipendenza del Sudtirolo si farà”

di REDAZIONE

Il sesto congresso del Movimento politico Süd-Tiroler Freiheit ha avuto un successo strepitoso.  L’assemblea, affollatissima, svoltasi sabato scorso nella Lanserhaus di Appiano con circa 200 partecipanti (su 3243 membri del movimento), all‘unanimità ha dato incarico alla dirigenza di organizzare a livello provinciale un referendum per chiedere l’autodeterminazione per il Sudtirolo.

Numerosissima la schiera di rappresentanti di altri popoli o minoranze europee  venuti ad esprimere la loro solidarietà ai sudtirolesi ed a portare messaggi importanti.  Il fiammingo Günther Dauwen, direttore di Alleanza Libera Europea  (ALE), della quale la Südtiroler Freiheit fa parte, ha criticato  severamente il comportamento antiautonomista del governo Monti; Fabrizio Comencini, segretario di Liga Veneta repubblica, parlando anche a nome di Unione Nord Est del Veneto e del Partito sardo d’Azione, presenti con i loro rappresentanti, nonché di tutti gli altri membri dell’Alleanza Popoli Liberi (APL) dell’Italia, ha presentato la mozione a favore dell‘autodeterminazione del Veneto, che sarà discussa in Consiglio Regionale il 28 novembre prossimo. Werner Neubauer, parlamentare del partito liberale austriaco (FPÖ) ha informato sulle possibilità di aiuti politici per il Sudtirolo da parte austriaca. Florian Weber del partito Bayernpartei ha portato i saluti dei cugini bavaresi.

Steven Vergauwen, direttore del Movimento Popolare Fiammingo, ha presentato l’iniziativa europea a favore del diritto di autodeterminazione, che  ha bisogno di almeno un milione di firme. La Süd-Tiroler Freiheit cercherà di fare la sua parte. Come propria iniziative la Süd-Tiroler Freiheit organizzerà nel 2013 un Referendum autogestito sulla richiesta di autodeterminazione per il Sudtirolo. Dopo che un referendum è già stato assicurato alla Scozia per il 2014 ed anche altre regioni europee come la Catalogna e i Paesi Baschi si stanno muovendo, il Sudtirolo potrebbe avere un ruolo catalizzante per i popoli che aspirano alla libertà.

Nelle loro relazioni politiche i consiglieri provinciali di Südtiroler Freiheit, Eva Klotz e Sven Knoll, hanno spiegato la necessità di portare l’idea della libertà e dell’autogoverno nella popolazione. La volontà del popolo dovrà vincere sulle antiquate idee nazionalistische degli stati nazionali.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Giochi d'azzardo, quando lo Stato fa lo sconto all'evasore

Articolo successivo

QUALITA' DELLA VITA: LA CLASSIFICA DELLE CITTA' DELLA PENISOLA