Fra i top manager pubblici che “sforano” anche Manganelli e Befera

di REDAZIONE

L’altro giorno il ministro della Funzione pubblica ha scoperto, buon per lui, che almeno 18 manager statali non stanno rispettando il tetto dei 294 mila euro di stipendio annuo massimo, fissato con un decreto del premier Monti. Ed è solo la prima infornata, perché buona parte delle Pubbliche amministrazioni non ha ancora risposto all’appello. A noi cittadini ci fotografano all’istante anche i peli del cosiddetto, la lo Stato datore di lavoro deve interrogare i suoi dipartimenti (ammesso che rispondano) per sapere cosa portano a casa i top manager. Ebbene oggi Il Fatto Quotidiano pubblica alcuni dei nomi degli “sforatori” e fra di essi spiccano il capo della Polizia Antonio Manganelli e il mitico Attilio Befera, presidente di Equitalia e direttore generale dell’Agenzia delle Entrate. Salute a loro… veri servitori dello Stato.

Clicca sotto per leggere l’articolo:

Articolo del Fatto

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Un PO di Indipendenza a Linarolo, nel pavese

Articolo successivo

Tra sprechi e concorsi pubblici: "Mai dire poliziotto"