Fmi, Italia maglia nera fra i paesi emergenti

di REDAZIONE

Migliorera’ al 2,7% il rapporto deficit/Pil italiano nel 2014, secondo il Fondo monetario internazionale che per il prossimo anno prevede un ulteriore discesa all’1,8%. Le stime sono sostanzialmente in linea con quelle contenute nel Def, che fissa l’indebitamento per quest’anno al 2,6%. Il livello del debito italiano viene previsto al 134,5% del Pil quest’anno e al 133,1% il prossimo.

Le stime sono contenute nel Fiscal Monitor che non contempla le recenti misure fiscali “annunciate dal nuovo governo solo dopo la finalizzazione delle proiezioni Weo e che pertanto non sono incluse in questi dati”, precisano gli economisti di Washington. Il debito italiano restera’ invece ancorato sopra il 120% almeno fino al 2019, guadagnandosi la maglia nera tra i Paesi emergenti, dopo Giappone e Grecia. Sul fronte del deficit, il passo verso l’azzeramento appare piu’ accentuato con uno 0,2% del Pil nel 2018 e nel 2019.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Se la Lega e Salvini non riescono a convincere i Venetisti...

Articolo successivo

Piemonte Stato, gazebo in difesa delle Province