Femminicidi, 104 vittime dall’inizio dell’anno

Il governo vuole agire contro il fenomeno dilagante del femminicidio. Il premier ha dichiarato: “Su mille altre tematiche ci possono essere punti diversi, ma su questo credo non ci possano essere distinzioni”.

Per il 57,4% dei femminicidi il crimine è opera del partner, il 12,7% dell’ex. Oggi, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che in tutto il mondo verrà ricordata proprio il 25 novembre),  “Sulla facciata di Palazzo Chigi ci sono i nomi delle 104 donne uccise in appena un anno”, annuncia la premier Meloni che identifica tre pilastri essenziali: prevenzione, protezione e certezza della pena e assicura, l’intenzione del governo di andare avanti sul contrasto ripartendo dal lavoro della scorsa legislatura. Ne è felice la madrina dell’iniziativa, la dem Valeria Valente che della commissione precedente, monocamerale, è stata presidente appassionata.

“La bicamerale è un salto di qualità”, ammette, “Mi auguro che il governo sia pronto a proseguire”. Un lavoro di 4 anni, 200 audizioni, 117 sedute che ha portato a 12 relazioni votate all’unanimità e confluite nella relazione finale approvata il 6 setttembre scorso. Tutto questo materiale viene consegnato simbolicamente da Valente nelle mani del ministro Eugenia Roccella. “Ne farò tesoro” assicura il ministro per la famiglia e annuncia un accordo con Poste italiane per pubblicizzare il 1522, numero gratuito e attivo 24 h su 24 per richieste di aiuto su violenza e stalking. Ad arginare il problema della violenza di genere non bastano le leggi, è il messaggio che trova d’accordo maggioranza e opposizione in questa giornata di dibattito a palazzo Madama. Nel 15% dei casi (29 su 196), riporta la relazione, le donne uccise avevano presentato formale denuncia o querela per precedenti violenze o altri reati commessi dall’autore del femminicidio.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Recessione profonda. Avremo il nostro 1929?La Bce non alza i tassi

Articolo successivo

Verso una Lombardia Migliore. Anche la delegazione di Grande Nord alle Stelline. L'intervento di Letizia Moratti