Evvai con l’assunzione di massa dei forestali siciliani. Rizzi: Il Gattopardo esiste e lotta insieme alla Lega Sud

di Monica Rizzi – Il Gattopardo esiste e lotta insieme a loro. Insieme ai politici siciliani che, grazie anche alla Lega, ora, in Regione Sicilia e al Governo di Roma, rendono possibile raccontare l’ultima novella.

Si legge infatti su Il giornale di Sicilia che “Il sogno della stabilizzazione non si realizzerà ma le promozioni di massa sono già nero su bianco e assicurano comunque un impiego più lungo e incassi maggiori. Così sarà la riforma dei forestali in Sicilia”.

Altra citazione citata dal quotidiano: “Il governo – scrive Giacinto Pipitone sul Giornale di Sicilia in edicola – era pronto a vararla nella giunta in programma domani: «Se non avessi contratto il Covid – sussurra l’assessore alle Foreste, Tony Scilla – avrei portato la riforma sul tavolo del governo alla prima riunione utile. Ma è un rinvio di appena qualche giorno».

Se non sarà possibile al momento il posto fisso a tempo pieno, almeno ci saranno 180 giornate di lavoro sicuro: “Significa che non ci saranno più distinzioni di fascia: chi oggi fa 78 giornate ne farà 180 così come chi ne svolgeva 101 o 151 passerà alla super fascia che sta per essere introdotta. Contemporaneamente il testo prevede di incentivare il più possibile i pensionamenti e utilizzare i risparmi per finanziare il prevedibile aumento dei costi”. Ma vah? Chi lo avrebbe detto.

 

Monica Rizzi, Segretario organizzativo federale Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Villa Reale a Monza riapre al grande pubblico

Articolo successivo

Bugatti: Valtrompia figlia di nessuno poi qualcuno ci mette su il cappello