Eurozona fuori dalla recessione, eccetto la maglia nera: l’Italia

di REDAZIONE

Sorpresa, per modo di dire: l’eurozona è fuori dalla recessione, con una sola eccezione. Immaginate già la risposta: l’Italia. E’ quanto scrivono gli esperti dell’Ocse nella valutazione a interim dell’economia globale pubbicata oggi a Parigi.  Per migliorare la competitività di fondo e accrescere la performance delle esportazioni servono, secondo l’Ocse, riforme per “aumentare la produttività, come minori restrizioni nei mercati dei prodotti e un mercato del lavoro più dinamico”. Nel 2013 il Pil dell’Italia si attestera’ al -1,8%. L’Ocse nell'”Interim Economic Assessment” aggiunge che il prodotto interno lordo si contrarrà dello 0,3% nel quarto trimestre dell’anno e dello 0,4% nel terzo. Dal rapporto emerge che il nostro paese è l’unico ancora in recessione tra le maggiori economie, visto che la Francia registrerà a fine anno una crescita dello 0,3% (+1,4% nel terzo trimestre, +1,6% nel quarto), la Germania dello 0,7% (+2,3% e +2,4%), la Gran Bretagna dell’1,5% (+3,7% e +3,2%), Usa +1,7% (+2,5% e +2,7%).

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Non mi fido di questi numeri.
    Non credo assolutamente che l’unione europea sia uscita dalla recessione.
    Non mi fido degli organismi che emettono tali dati.

    Sono dati falsi o sottostimati, per l’italia.
    Per gli altri paesi sono del tutto addomesticati.

    Le solite balle ammannite a popoli vessati e derubati di tasse.
    Popoli creduloni ed ignoranti, oltre che schiavi nell’animo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Gorgonzola contro Stracchino, la querelle finisce in Tribunale

Articolo successivo

Merkel: alla Grecia neanche un centesimo se non fa le riforme