Era partito senza macchinista il convoglio Trenord deragliato a Carnate. Redolfi: caro Fontana, la gente ti chiede di usare il residuo fiscale

di Davide Redolfi – Poteva essere una strage. Per fortuna era il 19 agosto e la linea Milano-Lecco che passa per Carnate è ancora senza passeggeri che affollano i vagoni. Ma le immagini del deragliamento del convoglio Trenord restano impressionanti, come i danni e i disagi che troveranno studenti e lavoratori al rientro. Di certo per un po’ è risolto il problema del sovraffollamento. Ma non sarà meglio viaggiare con i mezzi sostitutivi. Se va bene, se ne riparlerà il prossimo anno.

Intanto leggere la nota di Trenord sconcerta e non poco. In merito all’incidente avvenuto ieri mattina nei pressi di Carnate, Trenord ha infatti precisato che a bordo era presente un solo passeggero che ha riportato lievi contusioni. Per cause da accertare, il treno 10776 si era mosso dalla stazione di Paderno senza personale a bordo (macchinista e capotreno). I sistemi di sicurezza dell’infrastruttura sono entrati subito in funzione e hanno instradato il treno verso il binario tronco della stazione di Carnate. È stata immediatamente istituita una commissione interna per chiarire cause e responsabilità, fra cui il comportamento dell’equipaggio.

Ecco, accertate, indagate. Fateci sapere. Intanto il governatore Fontana dalla sua pagina facebook chiede chiarezza sui fatti. Ma sono i commenti che parlano da soli..

Eccone alcuni. Però ne vogliamo evidenziare uno che trovate qui sotto, perché ricorda al governatore che la Lombardia ha un ricco residuo fiscale inutilizzato. Caro presidente, abbiamo pagato il biglietto, ma ci fai andare a piedi.

Davide Redolfi – Responsabile Grande Nord Monza e Brianza

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Aperti 120 tavoli di crisi per 170mila lavoratori. Rizzi: tanto il problema sono solo gli sbarchi, vero?

Articolo successivo

Spezia in serie A dopo 114 anni di vita