Elezioni scozzesi, attesa la maggioranza per lo Scottish National Party sul filo del rasoio

Il Partito nazionale scozzese (Snp) potrebbe ottenere la maggioranza alle prossime elezioni parlamentari del 6 maggio, ma con “margini molto sottili”. E’ quanto emerge dal sondaggio condotto su 1015 scozzesi oltre i 16 anni da Opinium, un’agenzia di ricerche di mercato britannica, secondo cui il Snp punta ad accaparrarsi 67 seggi, con un sostegno del 51 per cento nei collegi elettorali e del 41 per cento nelle regioni. La ricerca, inoltre, ha rilevato un aumento di due punti percentuale nel sostegno al Partito conservatore, mentre rimane invariato il sostegno ai laburisti scozzesi, al 17 per cento. Le indagini riportano anche un minore ottimismo rispetto al supporto dei Verdi, che dovrebbero ottenere otto seggi, mentre i Liberal democratici vedrebbero il numero di rappresentanti in Parlamento invariato. Nicola Sturgeon continua ad essere la leader piu’ popolare con un’approvazione in aumento di 17 punti percentuali, anche se in calo del cinque per cento rispetto ai risultati del sondaggio di aprile.

Secondo il 46 per cento degli intervistati, inoltre, la vittoria del Snp alle elezioni sarebbe la situazione ottimale per la Scozia, mentre il 41 per cento delle persone disapprova l’eventuale risultato, e il 37 per centro e’ favorevole a una maggioranza composta da Snp e Verdi. Per quanto riguarda la questione del nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia dal Regno Unito, l’elettorato e’ diviso a meta’, ma il 28 per cento delle persone pensa che dovrebbe essere tenuto entro i prossimi due anni, mentre il 14 per cento dei cittadini ritiene che dovrebbe avvenire nei prossimi cinque anni.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Per fortuna la Milano spagnola non si vede. Peccato quella Mitteleuropea ci sia a malapena...

Articolo successivo

Sturgeon in tv frena: referendum ma con approvazione di Westminster