/

Elezioni di Roma, Berlusca candida Marchini: arriva CiccioBello 2°

Vado,l'ammazzo_e_torno_i_3_banditi

di STEFANIA PIAZZO – Con la scelta di Alfio Marchini candidato sindaco di Roma, Silvio Berlusconi con  Matteo Salvini se la vuole giocare fino in fondo. Non può  issare con Marchini la bandiera di un centrodestra popolar-nazionale, né  liberale. Semmai, è il volto dei riccozzi romani. Belloccio, Cicciobello2, dopo Rutelli piacione. Avanza solo lo stato maggiore di un partito, Forza Italia, che un’idea alternativa di Stato proprio non ce l’ha. Avere Giorgia Meloni al suo posto non avrebbe alzato di molto l’asticella di questa  aspettativa, ma almeno avrebbe tentato di includere tutte le diverse anime del centrodestra verso un obiettivo e, un domani, magari correggere il corso a volte troppo destrorso della Lega. E non perché lo ha ricordato Umberto Bossi, ma perché il federalismo e la bandiera dell’autonomia sono state ammainate. Sarà per sempre?

Così, il Cav a Roma ha preferito riproporre un piacione, un cicciobello2, uno a cui non manca il consenso della Roma bene, che non fa la pendolare in metropolitana, che costruisce palazzi,  ha deposto il “brutto” Bertolaso, molle come un fico, e ha dato il benservito al “cattivo” Salvini. Berlusconi ha deciso di giocarsela, sperando di arrivare al ballottaggio con i 5Stelle. La politica non ha dato comunque grande prova di sè. Comunque vada, per questa gente, sarà un successo. Forse è il momento, per il Carroccio, di capire cosa fare da grande.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Austria. L'appello ipocrita a non fare più muri. I trattati non hanno stabilito la libera circolazione in Europa del resto del mondo

Articolo successivo

Esclusivo lindipendenza, parla Robin McAlpine: "Ecco la Scozia dell'autodeterminazione"