Egitto, il Medioevo che boiocottiamo. A Regeni mozzate pure le orecchie

regenidi ROBERTO BERNARDELLI E GIULIO ARRIGHINI – Le primavere arabe? Medioevo. Perché a tutto c’è un limite e il corpo del giovane friulano trovato torturato per giorni, con le orecchie mozzate da evidenti segni di patimenti duranti giorni di agonia, chiede una presa di posizione alta e da gridare. Noi con l’Egitto del Medioevo non vogliamo avere a che fare.

 

 

Nyt , probabile Usa solleveranno caso con Egitto  Il caso Regeni potrebbe essere sollevato in incontri tra esponenti Usa e egiziani. Lo scrive il New York Times che ricorda come siano previsti in questi giorni una visita del ministro degli Esteri egiziano Shoukry a Washington, dove vedrà Kerry, e una missione al Cairo dell’incaricata del Dipartimento di Stato Usa per i diritti umani. “E’ probabile che si parli del caso – scrive il Nyt – visto da molti come un altro segnale allarmante di abusi da parte della forze di sicurezza in un Paese dove detenzioni arbitrarie e torture stanno diventando sempre più comuni”.

 

Ecco, lo fanno gli americani, l’Italia celebra un altro funerale. Tra un po’ tutto sarà dimenticato. In nome delle buone relazioni e degli affari degli imprenditori (quali?) tra Egitto e Italia tutto scorrerà come prima.

Per noi no. Le piaghe d’Egitto ci sono e sono bibliche.

 Presidente e Segretario Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email
Default thumbnail
Articolo precedente

14 febbraio Indipendenza lombarda: voto 2016, incontro militanti Milano

Articolo successivo

Salvini non convince casa sua, Europa: solo due leghisti su 5 vogliono lasciarla.