/

E’ arrivato il momento di un fronte unico indipendentista

di DANIELE BELOTTI

Caro Direttore, prima di tutto hai la mia più totale solidarietà che va estesa, ovviamente, a tutti gli indagati e ancor di più agli arrestati. Veniamo subito al punto. Questa inchiesta, che definire ridicola è ancora poco, ha messo in chiaro chi è il vero nemico della libertà, dell’autodeterminazione e della voglia di indipendenza: lo stato (minuscolo!) centrale.

Un’ovvietà, penseranno tutti. E’ vero, ma più volte sul Tuo giornale ho letto articoli e commenti che invece identificano la Lega Nord come il peggior nemico dell’indipendentismo.

Torno quindi a rilanciare una proposta: è arrivato il momento di fare un fronte comune indipendentista! Di fronte a questa pesante repressione borbonica non è possibile leggere ancora commenti antilega da parte di alcuni secessionisti, mossi più dall’astio per un trascorso magari non positivo all’interno del Carroccio che dall’ideale di libertà.

La Lega ha organizzato una manifestazione di sostegno degli arrestati domenica pomeriggio a Verona? Ecco, sarebbe bello che vi partecipasserto tutte le anime dell’indipendentismo veneto e non solo, con le loro bandiere e i loro simboli. La stessa cosa, anche a Vicenza al presidio di Plebiscito.eu. Facciamo vedere a certi magistrati, dall’accento non certo lombardo o veneto, che con il loro allucinante castello di accuse sono riuscite a fare un miracolo: compattare tutti i movimenti indipendentisti di Veneto e Lombardia.

Per me il nemico non è quello che sta al mio fianco e che vuole il mio stesso obiettivo, la libertà, ma chi ho di fronte e che cerca di tenermi ancora schiavo di roma. E’ così difficile da capire? Non mollate, non molliamo!

*Segr. Prov.le Lega Nord Bèrghem

Print Friendly, PDF & Email

59 Comments

  1. Fanno bene i veneti che non vogliono cooperare con chi si è appena alleato con i fascisti europei, i più accerrimi nemici dell’autodeterminazione dei popoli.

    Il macchiavellismo è roba italiana, il fine forse giustifica i mezzi ma non tutti, non sempre e mai quando i mezzi vanno in contraddizione con il nobilissimo principio libertario dell’autodeterminazione.

  2. Bravi indipendentisti!

    Primo. Sciogliere la Lega Nord.
    Che oramai ha fatto il suo tempo e che tanto alle europee verrà bruciata.
    E soprattutto che ha fatto da stampella all’affarista Berlusconi ed ai fascisti di AN.

    Secondo. Tutti i leghisti confluiscano nell’unione indipendentista e quindi chi ha una carica si dimetta subito da sindaco o da assessore o da presidente di qualcosa di politico.
    Se hanno coraggio e se vogliono dimostrare di non volere solamente stare attaccati alle loro poltrone.

    Mal che vada si cercheranno finalmente un lavoro!

    Terzo. Il fronte indipendentista si dichiari di SINISTRA. Perché di sinistra è più figo, e fa colpo sulle studentesse ventenni gnocche, perché gli indipendentisti catalani e scozzesi e baschi sono di sinistra, e poi perché se sei di sinistra l’ONU e le ONG ti appoggiano.

    Se no arriva Obbama e ci bombarda!

    • nel movimento indipendentista ci devono entrare tutti … di destra, centro e sinistra… religiosi, atei ed agnostici … maski e femmine … giovani ed anziani … intellettuali e lavoratori … senza prevarikazioni ideali e/o dottrinarie di sorta … solo libertà civili ke tutte e tutti komprenda…

      nel nostro xò, kon il ripudio sincero e sentito dell’italianità merdionale statuale ke ci opprime e dissolve…

  3. Caro Belotti, se ci tenete all’unità, potete accomodarvi umilmente in ultima fila. Ma voi volete solo posti in prima fila. POLTRONISSIME da cui cavalcare l’onda del momento. Che ora è il Veneto. Dopo tanti anni l’ho capito perfino io. Vi siete giocata la credibilità: riguadagnarla non vi sarà facile, ma non per colpa nostra.
    E CI SARÀ ANCHE MARONI ? Ho è impegnato con la sua “macroregione” ?
    Ahahahah !

  4. Certo che serve un fronte unico indipendentista ma i signori leghisti farebbero bene a starsene fuori da tutte le manifestazioni indipendentiste venete. Devono caso mai non presentarsi con camicie verdi o con bandiere leghiste, visto i tradimenti pro italia che finora hanno fatto oltre a tutto il marciume che hanno nel partito.

  5. NOTIZIA DELL’ULTIMA ORA

    I leghisti di Verona si stanno già organizzando x contestare stasera Tosi se solo prova a toccare il microfono

    DI-MI-SIO-NI
    I-TA-LIA-NO

    Fiducia a Zaia che si sta impegnando x far approvvare la 342 in consiglio regionale veneto

  6. Non ce nulla da fare, è più facile scannarci tra di noi che mettere da parte le varie divergenze.
    Dobbiamo unire le nostre forze, altrimenti il centralismo vincerà sempre.

  7. Caro Belotti, mi permetto di rispondere di primo achito, senza neppure leggere gli altri commenti, per cui non sò se qualcuno dirà o meno le mie stesse cose e mi scuso, poi li leggerò , ora mi viene spontaneo dirti, che sono esatte le tue affermazioni, e sono anche d’accordo su alcune altre di voi che,, non avete ancora avuto il coraggio di uscire dalla Lega statalista italiana, ed ora ripeto quello che ormai tutti sanno e tutti dicono, – ma con quale coraggio vi permettete di mettervi alla pari di noi fuorusciti, voi che avete buttato 20 anni di speranze, che ci avete fatto perdere 20 anni della nostra vita, 20 anni buttati alle ortiche, 20 anni di delusioni. Voi intanto siete ancora li attaccati alle vostre poltrone, qualcuno di noi era quarantenne ora è un vecchio sessantenne, molti di noi erano ancora giovani ora si ritrovano vecchi , senza aver ottenuto nulla di quello si sperava , nonostante l’assidua militanza, la nostra sincera solidarietà ,le nostre piccole battaglie, ci siamo ritrovati ora con un pugno di mosche.
    Con quale coraggio ti permetti di toccare questo argomento così importante per noi, dopo tutto quello che non avete fatto, se non il tifo allo stadio.
    Io mi vergognerei fossi in voi, mancate proprio di senso del pudore, e mancanza di rispetto a tutti noi che abbiamo creduto in voi. come potete permettervi di voler ritornare sui vostri passi dopo tutto quello che non avete fatto. Ma forse le cose stanno proprio come già affermai in passato , ed è più probabile che vi stiate preparando ad occupare eventuali poltrone anche nei nostri movimenti di liberazione !!?
    Ho paura ma anche stavolta state facendo un buco nell’acqua, perchè di poltrone non sò se ne saranno per gli inconcludenti come voi.

    • certo che gli indipendentisti collaborano tra di loro.

      In tutte le manifestazioni di piazza lasciamo a casa le bandiere di partito e portiamo solo la bandiera della Serenissima: non ve ne siete accorti dalle centinaia di foto?

      Ma bisogna SMASCHERARE quelli della Lega Nord – che ha nello statuto art.1 l’indipendenza – ma in realtà si mettono il tricolore, foto di Napolitano in ufficio, parlano di autonomia, poi di federalismo, poi di andare a prendere i voti al Sud (ogni riferimento al sindaco di Verona nonchè segretario Liga veneta è puramente ….)

      CHI sono i dirigenti della lega che dicono e scrivono nero su bianco INDIPENDENZA punto?

      fate i nomi, prego, e gli indipendentisti li voteranno

      • Quindi amici Lombardi se volete aiutarci e aiutarVi, scendete in piazza con la bella bandiera bianco-crociata di Alberto da Giussano e lasciate a casa le bandiere e i simboli di partito.

        … in particolar modo il simbolo LN con le varie pezze di Autonomia e Euro che non c’entrano un piffero, tranne che a prendere due voti in più al sud (ah, ah, ah)

        in veneto si dice che lè peso el tacòn del buso, il simbolo LN rattoppato è uno straccio ormai privo di credibilità, finche non fanno pulizia interna dei falsi indipendentisti caregari

  8. Certo che la base leghista chiede l’indipendenza e sono nostri fratelli

    Ma i dirigenti LN pensano di candidare TOSI – FALSO INDIPENDENTISTA alle europee e di andare a prendere voti al Sud con la scritta – Autonomie – nel simbolo.

    … tutto ciò è skizofrenico e politicamente suicida

    costringe il nord a votare Grillo, ma pensa un pò te !!!

    • Dice Belotti che ora è chiaro chi è il vero nemico dell’indipendenza…

      … certo, in guerra di solito il nemico è riconoscibile e ha anche una uniforme diversa, ma quando un nemico ( x esempio il falso indipendentista Flavio Tosi ) si mette la nostra uniforme e bandiera – secondo la legge militare e in stato di guerra – sarebbe fucilato sul posto e senza processo.

  9. Tra tutti i pregi dei Veneti,c’è un difetto che spicca: l’incapacità di cooperare. Chi sa che è così, si congratuli con se stesso per lo spirito di autocritica. Mi chiedo se fosse così anche nella grande Rep. di Venezia..
    W San Marco

  10. Maroni è d’accordo? Visto che un anno di governo regionale non ha portato neppure al 15% delle tasse in Lombardia (20% del 75% come 1 anno è il 20% di 5) e che adesso vorrebbe un referendum per lo statuto speciale della Lombardia anziché farne uno sull’indipendenza…

  11. Invitiamo Belotti e soprattutto STUCCHI a RIFERIRE PUBBLICAMENTE da presidente del COPASIR in merito all’arresto dei patrioti veneti.

    Lui sicuramente qualcosa da dire ha perchè NON POTEVA NON SAPERE.

    E’ inutile invocare collaborazione tra la lega nord e gli indipendentisti quando la lega nord sta dalla parte della barricata dello stato occupante italiano.

  12. X tutti i militanti leghisti, avete ragione che e’ sbagliato guardare al passato, ma cercate di capire bene:
    IN VENETO C’E’ TOSI, CHE NON E’ INDIPENDENTISTA, IN REGIONE CANER PORTA AVANTI L’AUTONOMIA CHE IN QUESTO MOMENTO SAREBBE LA PIU’ GRANDE FREGATURA…
    QUINDI ADESSO, NON 20 ANNI FA, CI VOGLIONO FREGARE!!!!
    MANDATE A CASA QUESTI SIGNORI E VENIAMO TUTTI ALLE MANIFESTAZIONI PER L’INDIPENDENZA.
    ZAIA E’ GIA’ DIVERSO, LUI E I SUOI STANNO SOTTOTRACCIA, POI C’E’ PRIMA IL VENETO…
    ATTENDIAMO LA PARTE SANA E INDIPENDENTISTA AL NOSTRO FIANCO, NON TOSI & C.
    MI SEMBRA MOLTO SEMPLICE E COERENTE DA CAPIRE.

    VENETO LIBERO!!

  13. Premesso che Belotti ha ragione, qualcuno mi deve spiegare cosa ha mai avuto di leghista quello del COPASIR, visto che nella vicenda di questa settimana qualcosa di sicuro si è mosso là dentro e di lui non si ha traccia.

  14. Contro lo stato italiano c’è poco da fare gli schizzignosi… Questi, dopo averci ammazzato di tasse, ci reprimono sul serio. Ci sarò sia a Verona, che a Vicenza.

  15. Belotti ha ragione,occorre unirsi per liberarsi dallo schifo romano-borbonico.Tutti i finti indipendentisti domani saranno a Verona o si divideranno dalla Lega,facendo come quello che si taglia gli attributi per far dispetto alla moglie? Chiedo però al Belotti cons.com. a Bèrghem e segret.provinciale Lega, se essere alleati per il comü dé Bèrghem con l’udc di casini e il ncd di alfano sia indipendentista.

  16. Ohibò,i 20 anni passati tenendo il freno a mano sull’indipendentismo,con percorsi strampalati e che non hanno mai visto l’arrivo, come la Devolution,il Federalismo,la Macro-regione,l’Autonomia,oggi dovremmo passarci sopra un colpo di spugna e scordarci il passato,perché in fondo sono passati i tempi e anche la dirigenza non è più la stessa.
    Non può che far piacere,che vi sia una sorta di revisionismo politico al vostro interno,intanto ben arrivati sul carro dell’indipendentismo signori.
    Certo che i tempi danno un po il sospetto che questo cambiamento sia solo una ruffianaggine per carpire il nostro voto alle europee,ma potrebbe essere che io mi sbagli,sia recalcitrante per vari motivi nei vostri confronti o troppo sospettoso,in questo caso rimando la palla al di là del campo,lanciando la proposta,per togliere ogni dubbio sulla vostra onestà intellettuale,se veramente siete cambiati e tenete a cuore la nostra libertà,fate un gesto dimostrativo,ritirate la delegazione romana,giacché si trova in un paese straniero,senza alcun fine ne potere e cominciate a lavorate assieme a noi sul territorio,manifestate assieme a Noi non solo oggi ma anche dopo le elezioni.

    Infine candidate nelle vostre liste per le Europee,i Serenissimi,i Rocchetta,i Bernardelli,i Chiavegato….
    Questo sarà il segno della vostra serietà nonché della ritrovata CREDIBILITA.

  17. Ovviamente c’é sempre qualcuno che deve prendere le distanze dalla Lega.
    Come se noi leghisti fossimo tutti traditori degli ideali e non migliaia di individui che credono nella lotta per la liberta’ dei popoli.
    Poi le grandi manifestazioni le fa la LEGA,non gli altri.
    Ed é stata la LEGA a UNIRE LE LEGHE e mettere in primo piano la questione settentrionale,non i piccoli movimenti sparsi e divisi DA SEMPRE.
    Con errori?Certo!
    Ma gli altri sarebbero emersi,in questi 30 anni,se fossero stati bravi e non avessero invece sbagliato qualcosa anche loro.
    Non ripetete le solite litanie,QUESTA è la REALTA’.

    • Mi spiace che nessuno si ricordi della forrte botta subìta dalla lega in via Bellerio il giorno successivo a quello del Po, Credo che quella botta sia la principale causa del rallentamento dell’azione leghista.

  18. Che pena leggere certi commenti di indipendentisti che preferiscono attaccare e accusare anziché abbassare l’arma e tentare una pacificazione.
    continuate con ‘sta storia del “è 20 anni che …” dimenticandovi che voi stessi avete fatto parte in passato di questo movimento e quindi se le cose sono andate male pure voi avete contribuito .. ah no scusate, voi ora mi direte “io no, io ho fatto tutto bene” certo, va sempre così…
    Dite di avere la memoria lunga, ma forse non ricordate che le persone ai vertici non sono più quelle di 20 anni fa e, altra cosa, continuate a dire “voi della Lega” senza pensare che la Lega è composta da PERSONE, proprio come me, che 20 anni fa non c’erano ma che ora ci sono, è composta da veri indipendentisti che hanno voglia di lottare a fianco di altri indipendentisti ma che, ahimè, si sentono sempre denigrare in quanto leghisti e si sentono dire le vostre solite frasi, “è 20 anni che …”
    Se non ci decidiamo a lottare fianco a fianco in quanto PERSONE con i medesimi ideali, tra 100 anni saremo ancora qui, a parlare e litigare, e l’Italia se la ride, eccome se se la ride…

    • Noi come movimento ( M.I.V. ) veniamo attaccati un giorno si è un giorno no dai legaioli locali… forse è il caso che vi mettiate prima d’accordo tra di voi, visto che il signor Buonanno ha pubblicamente detto in una intervista che di quello che è successo non gli interessa una cippa visto che la lega NON CENTRA NULLA …. si è vero… la lega non centra nulla con l’indipendentismo !
      VALSESIA LIBAR E ‘NDIPENDENT !

  19. Sfiziosissima la precisazione, rilanciata più volte dalla pornografia sussidiata, circa la non appartenenza della lega all’Alleanza – una “parola gentile”, se per gentilezza s’intende quella di De Niro ne “Gli intoccabili”…

  20. Ah be’,si be’….perche’ dovrei mettermi in macchina…per gente che non sa cosa farsene della mia solidarieta’.E poi vi lamenterete dello scarso impegno della lega.Non so se fate piu’ pena voi o lo Stato che tenta di farvi passare per indipendentisti pericolosi ben sapendo che in fondo siete una manica di burloni.Siete riusciti a far diventare ancora credibile una lega che le vostre fanfaronate con l’aiuto di intellettuali scornati avevano ingiustamente sputtanato indicandola come la causa di ogni male.Auguri a tutti.A Modena c’ero andata,e senza i pulmann della Lega.A Verona non vengo.Non vale la pena.

  21. Sono anni che si è proposta l’UNIONE MARCIANA, strumento di coordinamento di tutte le forze indipendentiste del Veneto. Solo un grande Fronte Unitario sarà in grado di confrontarsi con gli italiani per trattare una democratica e pacifica Vittoriosa secessione dall’Italia, contrariamente saremo sempre delle semplici macchiette e l’ironia italiana per un Popolo con alle spalle 11 e passa secoli di Storia, sarà sempre presente.

  22. Condivido il pensiero di Fabrizio,da elettore leghista, mi piacerebbe vedere solo bandiere regionali, venete, lombarde, friulane, niente bandiere della lega.
    Mi piacerebbe però vedere anche la bandiera del sole delle alpi, che non è bandiera di partito!

  23. La lega ci ha illusi x 20 anni facendo da stampella allo stato italiano centralista servono fatti al dila’ della campagna elettorale in corso e ricordiamo che la pdl 342 in regione non l ha proposta la lega pur avendone la possibilita’ in tutti questi anni ma dai altri movimenti indipendentisti

  24. Ho conosciuto belotti 22 anni fa, al tempo del movimento giovanile bergamasco, poi ci siamo persi di vista. Tuttavia ho sempre avuto fiducia in lui, e nella sua visione politica. Sono convinto che è una persona valida e condivido in pieno anche l’articolo. Il nemico non è la lega, seppur penso anche io che abbia commesso errori, ma il nemico non è chi domenica sarà a Verona….

  25. Ma bravo! Facciamo un fronte unico. Dovrebbero partecipare tutti! E allora perché domenica devo prendere la mia auto, dalla provincia di Alessandria, per venire a Verona perché non ho trovato una sede della Lega capace di organizzare un pullman! Dovreste obbligarli, questi leghisti che sanno solo parlare dei loro piccoli affari domestici e vantarsi dei disastri che hanno fatto in Piemonte.

  26. Sarebbe bello se ci fossero solo bandiere di San Marco. La lega può acettare questo?
    Poi la base leghista deve farla finita con i suoi capi: maroni che parla di autonomia, quando parecchi anni fa il Veneto l’ha votata e Roma l’ha respinta. Ormai qui in Veneto c’é molta gente che fa seminari tutte le settimane e ci ha ben spiegato le differenze fra autonomia e Indipendenza.
    QUINDI, non é per colpe passate che non ci fidiamo della lega, ma per le proposte PRESENTI!

  27. non sono credibili, adesso vengono fuori per ragioni elettorali. ma non ci crede nessuno. in 20 anni non hanno fatto nulla, forse peggio di prodi. ma chi ci crede ancora? deve nascere un nuovo movimento senza più quella gente. immagino che chi scrive l’articolo non si candidi adesso in nessuna elezione. la manifestazione di verona ha il solo scopo elettorale. se la suonino e se la cantino

  28. Penso se tutti gli independentisti si presentassero a Verona, metterebbero senzaltro la lega in netta minoranza. Pertanto consiglierei agli Independentisti di presentarsi a Verona e cosi dire alla lega che se Loro vogliono unirsi e accettare le regole possono essere accettati, con riserva sia chiaro.

  29. “Repressione Borbonica”? Magari Francesco II avesse davvero represso i garibaldoidi ed i loro accoliti piemontesi a quest’ora oggi staremmo parlando di altro. Faccio presente che la maggiorparte dei milla erano bergamaschi quindi prima di parlar male dei borboni prego studiarsi la storia, quanto meno quella locale

  30. La situazione è estremamente semplice: in galera, ahinoi, finiranno ancora parecchi dei nostri. Inoltre, come riportato in un precedente articolo, i papponi si propongono di schedare i secessionisti e – vogliamo scommettere? – la porcata si estenderà anche a tutti coloro che mettano in dubbio l’operato delle istituzioni. Per non parlare, poi, delle critiche alla magggistratura che, come a “Servizio Pubblico” la Picierno si è premurata di farci sapere, è una delle componenti migliori del paese, quindi silenzio assoluto! Gli utili idioti non pensino mica di salvarsi: esaurito il loro compito, finiranno dentro come tutti gli altri, con tanti ringraziamenti da parte della Bestia. Chi ha voluto la bicicletta è bene che si metta a pedalare verso l’indipendenza – basta con ‘ste cazzate dello statuto speciale – ché tanto in carcere, prima o poi, ci finirà lo stesso – meglio farsi ingabbiare da indipendentista o da utile idiota?

  31. ma se sono 20anni di tradimenti e giravolte le vostre millantazioni di libertà nostra … kadregari nullafacenti ! (in senso libertario ed indipendentista nostro) imbonitori preelettorali !…

    riporto 2 miei interventi del gennaio skorso :”

    in kuale cesso e truffa abbiamo mai riposto sakrifici, soldi, speranze, fiducia, amore, sostegno … x di + dando a kuesti pagliacci truffaldini da cirko pelasgiko, potere amministrativo, karike, immunità parlamentari etc. !

    ke vergogna… ke frode !… Boss Boss della mala_ora !

    ******************* °°°°°°°°°°°°° *****************

    bossi ha frenato, kanalizzato e poi svenduto al mafioso di arcore e sua italianità verace, al suo merkantilismo approfittatore da mediatore di vakke ed al partitismo romano (… e sue proprie, di lui, manie di lauree fasulle e titoli senatoriali), l’anelito d’identità ed autonomia preesistente al ciarlatano di Gemonio e latente nei vari movimenti identitari ben prima ke la lega nascesse ke, kome vedi, resistono e xsistono nonostante essa… ke si svela, finalmente, nel suo imbroglio …

    ******************* °°°°°°°°°°°°° *****************

    kontinuamente a kaccia di gonzi ed allokki… tanto la madre degli imbecilli è sempre gravida (incinta) …

    fatto stà ke, agli avvenimenti ke kontano x reklamare la nostra indipendenza, siete sempre a rimorkio… mai protagonisti …

    siete una specie politika superfetente, inkrocio tra sanguisughe, zekke e parassitismo Endo-Ecto-Clepto …

    avete kiesto poteri, amministrazioni, karike, soldi ed immunità, ke vi sono stati dati munifikamente ed amore pure in abundantiam, ebbene ke !? se fosse nulla la vostra azione sarebbe stato un bene, avete invece prodotto solo disillusione e tradimento…

    Vade retro Orrido… vade retro lekka nodde belleriana…

  32. Signori della lega,purtroppo non siete più credibili,e direi che dovreste essere voi ad aderire alle manifestazioni non viceversa…e dovreste buttare la vs.tessera e lottare al fianco dei cittadini nella lotta per l’indipendenza,per recuperare un briciolo di credibilità e direi anche di dignità….invece ,siccome siete alla frutta strumentalizzate le cose a vostro favore per mantenere i privilegi e per “farvi belli” in caso di indipendenza ….sappiate che abbiamo tutti una memoria molto lunga….

  33. Si, si giusto in teoria…ma diglielo a Tosi, che non e’ indipendentista, diglielo a Caner che chiede l’autonomia…
    Suvvia Belotti hai ragione, uniti, ma con chi e’ coerente, non con chi fa campagna elettorale, e non e’ la solita divisione…e’ non farsi fregare!!
    Quindi ben vengano anche tutti i personaggi leghisti, ma prima si dimettano, avete fatto anche il partito PRIMA IL NORD, che e’ indipendentista e ha preso le distanze da Tosi e Maroni….per me quelli li forse hanno capito.
    Mi dispiace la Lega Nord come partito e’ fuori tempo massimo, i leghisti veneti dovranno staccarsi dai lumbard…
    Cosa rispondi per dirmi che mi sto sbagliando?

    VENETO LIBERO!!!

  34. Alla Lega non importa dell’Indipendenza. Non hanno fatto nulla per 20 anni e ora pensano di APPROFITTARE di quanto é successo per riemergere dal 4%. Fanno proclami, come Renzi, ma i fatti non ci sono stati, non ci sono e non ci saranno (con loro).

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Quando lo Stato diventa l'occupante straniero

Articolo successivo

Secessionisti in carcere, La Lega: "Liberateli o li liberiamo noi"