Durigon preferisce Arnaldo Mussolini a Falcone e Borsellino. La nuova Lega

“Esprimiamo, a nome dell’intera rete di Libera, profondo sconcerto per la proposta del sottosegretario al ministero dell’Economia, Claudio Durigon, di eliminare l’intitolazione ai giudici Falcone e Borsellino del parco di Latina”. Cosi’ in una nota l’associazione Libera. “La costruzione di una memoria collettiva a partire dalla storia dei due giudici, del loro impegno nel contrasto alle mafie – di cui l’intitolazione di un parco cittadino esprime un momento importante di grande valore – non e’ un processo ad intermittenza – aggiunge l’associazione -, bensi’ necessita di essere alimentato costantemente per rendere la memoria stessa qualcosa di vivo, un vero strumento di resistenza e risposta agli attacchi dei mafiosi”.

“Il sottosegretario al Mef Claudio Durigon ha proposto di intitolare il parco di Latina, oggi dedicato a Falcone e Borsellino, ad Arnaldo Mussolini. E’ la goccia che fa traboccare il vaso. Pudore vorrebbe che si dimetta subito. Ma non basta. Non se ne puo’ piu’ di personaggi fascisti nella toponomastica, recentissimo il caso di Almirante – dal noto passato criminale mai rinnegato – a cui si vorrebbe intitolare una strada ad Alessandria, Medaglia d’oro per la Resistenza”. Cosi’ in una nota Gianfranco Pagliarulo, presidente nazionale Anpi. “Vanno immediatamente integrate le leggi vigenti vietando esplicitamente l’attribuzione di nomi di personaggi fascisti a vie, piazze, parchi, giardini, scuole in tutto il Paese – aggiunge Pagliarulo -. Lo chiede la Costituzione della Repubblica, interamente antifascista, lo pretende il sacrificio di tantissime e tantissimi combattenti per la liberta’”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Nei Tg meno Covid e più cronaca

Articolo successivo

SPECIALE MIGLIO 3 - Contro i politici di professione