Due arresti in Vaticano per fuga di documenti sui conti della Chiesa. Pronti due libri rivelazione

soldi_caveau_555di REDAZIONE – Primi arresti per la la fuga di documenti riservati della Santa Sede. In manette un monsignor Angel Vallejo Balda ma anche Francesca Immacolata Chaouqui, già componente della Commissione referente sulle attività economiche della Santa Sede (Cosea). Il Papa sarebbe stato informato del provvedimento.

Arrestato Vallejo Balda – Per la fuga di documenti riservati della Santa Sede è stato arrestato in Vaticano mons. Lucio Angel Vallejo Balda, spagnolo, già segretario della Prefettura degli Affari economici e della Commissione di studio sulle attività economiche e amministrative (Cosea).

Arrestata anche Chaouqui – Per la fuga di documenti riservati è stata arrestata dalle autorità vaticane anche Francesca Immacolata Chaouqui, già componente della Commissione referente sulle attività economiche della Santa Sede (Cosea). Dopo la convalida dell’arresto la donna è stata rimessa in stato di libertà.

Papa Francesco informato, approva provvedimenti – Papa Francesco è stato informato dei provvedimenti dalla giustizia vaticana in merito alla fuga di documenti riservati e ha dato la sua approvazione. Lo apprende l’ANSA.

Possibili provvedimenti contro libri in uscita – I libri in uscita di Nuzzi e Fittipaldi con documenti riservati vaticani “sono frutto di un grave tradimento della fiducia accordata dal Papa”. Un’operazione “in cui risvolti giuridici ed eventualmente penali” sono oggetto di riflessione in Vaticano “in vista di eventuali ulteriori provvedimenti”, anche tramite cooperazione internazionale. Lo afferma la S. Sede.

Padre Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede, ha dichiarato che  “in seguito alle risultanze degli interrogatori queste due persone sono state trattenute in stato di arresto in vista del proseguimento delle indagini. Nella giornata odierna l’Ufficio del promotore di Giustizia, nelle persone dell’avvocato Gian Piero Milano, promotore di Giustizia, e dell’avvocato Roberto Zannotti, promotore di Giustizia aggiunto, ha convalidato l’arresto, provvedendo a rimettere in stato di libertà la dottoressa Chaouqui, nei confronti della quale non sono più state ravvisate esigenze cautelari, anche a motivo della suacollaborazione alle indagini”. Lombardi, invece, ha chiarito che “la posizione di monsignor Vallejo Balda rimane al vaglio dell’Ufficio del promotore di Giustizia”.

“Quanto ai libri annunciati per i prossimi giorni – ha aggiunto Lombardi – va detto chiaramente che anche questa volta, come già in passato, sono frutto di un grave tradimento della fiducia accordata dal Papa e, per quanto riguarda gli autori, di una operazione per trarre vantaggio da un atto gravemente illecito di consegna di documentazione riservata, operazione i cui risvolti giuridici ed eventualmente penali sono oggetto di riflessione da parte dell’Ufficio del promotore in vista di eventuali ulteriori provvedimenti, ricorrendo, se del caso, alla cooperazione internazionale. Pubblicazioni di questo genere  non concorrono in alcun modo a stabilire chiarezza e verità, ma piuttosto a generare confusione e interpretazioni parziali e tendenziose. Bisogna assolutamente evitare l’equivoco di pensare che ciò sia un modo per aiutare la missione del Papa”.

Si tratta dei libri Via crucis di Gianluigi Nuzzi e di  Avarizia di Emiliano Fittipaldi di prossima uscita nelle librerie.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Lega Bassa Bresciana Occidentale, cosa bolle sul territorio. Conferenza stampa il 4 novembre

Default thumbnail
Articolo successivo

Quella dozzina di regioni del Pd e la dieta imposta alla Lombardia