Mistero a Pontida, c’era un drone che volava sul pratone

di TONTOLO

L’altro giorno eravamo sul pratone di Pontida io e il Dolfo, che è un supporter del Belotti, quando ci siamo accorti che sopra di noi c’era un aggeggio volante con delle telecamere. Eccovi la foto.

Il Dolfo dice che è un “drone”, che è una roba che sta al satellite spia come il mio Apecar a una Mercedes, come Cota a Pujol. Si è scatenata una discussione animata: i bossiani dicevano che l’aveva mandato Maroni per prendere i nomi dei contestatori, i maroniani che era teleguidato da Reguzzoni, i salviniani  giuravano che a pilotarlo ci fosse il Leoni.

Altri hanno detto di averci visto su la Piazzo. Ma poteva anche essere Belsito che controllava che fine han fatto i suoi diamanti, il suo “tesssoro”. Insomma tutti avevano da dire la loro: tutti contro tutti. In realtà poi la pratica è stata lasciata al Lissoni che ci farà un’inchiesta su Radio Padania, roba del genere: “Anche i marziani aderiscono alla Macroregione”. C’è chi ha la pochette, la cravatta o il fazzoletto verde, gli omini degli Ufo invece sono proprio tutti verdi, anche nelle parti basse.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Tedeschi poveri: la stampa punta il dito contro i "Terroni d'Europa"

Articolo successivo

La strana storia di Beppe Grillo, Google e il Tibet censurato