Dopo Cittadella, gli indipendentisti veneti chiedono alla Regione di sostenere la secessione catalana

di MAFALDAcatalogna2

Dalla Diada al voto catalano…. tutto è in movimento per ribadire la volontà di un popolo di esprimere la propria aspirazione di libertà. In Veneto, il consigliere di Indipendenza Noi Veneto per Zaia, Guadagnini, ha presentato una mozione per chiedere all’istituzione regionale di prendere posizione e innalzare assieme ai catalani quella bandiera. Vedremo se la richiesta sarà posta nel rilievo chiesto dal fronte indipendentista, dopo aver campeggiato nel blog di Vivereveneto come richiamo soprattutto dopo la festa di Cittadella.

Ecco il testo.

 

Premesso che:

– hanno già avuto luogo in Catalogna più di cinquecento referendum comunali per l’indipendenza che hanno dimostrato una evidente maggioranza indipendentista;

– il 9 novembre 2014 si è svolto in Catalogna un referendum autogestito per l’indipendenza che ha visto più di due milioni di catalani presentarsi alle urne con una schiacciante vittoria dei SI all’indipendenza della Catalogna;

– al suddetto referendum hanno preso parte come osservatori internazionali anche i Consiglieri Antonio Guadagnini e Stefano Valdegamberi che hanno verificato la massiccia partecipazione popolare e la trasparenza e correttezza delle operazioni di voto e scrutinio;

– negli anni precedenti si è assistito a molteplici manifestazioni, libere, pacifiche e gioiose nelle quali la nazione catalana ha ribadito il proprio diritto all’autodeterminazione, in particolare nella festa nazionale della “Diada” che ricorre l’undici settembre;

catalani2– il prossimo 27 settembre si terranno leelezioni anticipate in Catalogna che vedranno i principali partiti politici e le principali organizzazioni sociali presentarsi in una lista unica trasversale denominata “Uniti per il Si” che chiede ai cittadini di esprimere attraverso la preferenza a questa lista la esplicita volontà di attuare l’indipendenza della Catalogna;

– nella Unione Europea nel settembre scorso i cittadini scozzesi hanno liberamente votato sull’indipendenza della Scozia;

il parlamento danese ed il governo stesso si sono espressi a favore dell’esercizio del diritto all’autodeterminazione per il popolo catalano, auspicando il dialogo democratico fra la Catalogna e la Spagna;

– Ciò premesso, ritenendo che in conformità al diritto internazionale ed alla Carta delle Nazioni Unite il diritto all’autodeterminazione appartenga a tutti i popoli;

Il Consiglio Regionale Veneto esprime la propria solidarietà alla Catalogna nel suo pacifico percorso verso l’indipendenza.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Lettera morta 6 - La crisi non ferma i nemici dell'informazione

Articolo successivo

Coisp: le balle di Alfano sugli immigrati che delinquono meno degli italiani