DISOCCUPAZIONE AL 10,95. FRA I GIOVANI SUPERA IL 35%

di REDAZIONE

Il tasso di disoccupazione nel primo trimestre 2012 vola al 10,9%, in crescita di 2,3 punti percentuali su base annua. Lo rileva l’Istat (dati grezzi). Si tratta del tasso più alto dal primo trimestre del 1999. Il tasso di disoccupazione ad aprile è al 10,2%, in rialzo di 0,1 punti percentuali su marzo e di 2,2 punti su base annua. È il tasso più alto da gennaio 2004 (inizio serie storiche mensili). Lo rileva l’Istat (dati destagionalizzati e provvisori). Guardando le serie trimestrali è il più alto dal I trimestre del 2000. «Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 611 mila. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 35,2%, in diminuzione di 0,8 punti percentuali rispetto a marzo ma in aumento di 7,9 punti su base annua», continua l’Istat. «Gli inattivi tra 15 e 64 anni diminuiscono dello 0,1% rispetto al mese precedente. In confronto a marzo, il tasso di inattività risulta invariato e si mantiene al 36,6%», conclude l’Istat.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

FUGA DALLA SPAGNA: 97 MILIARDI DI EURO PRELEVATI IN TRE MESI

Articolo successivo

RISCALDAMENTO GLOBALE: AVREMO MENO DESERTO PIU' VERDE