Diabolico perseverare – Il governo del numero chiuso in Medicina… La pensano così anche i candidati del centrodestra del Nord?

“Io ho fatto Medicina quando non c’era il numero chiuso, sono contrario ai test come sono fatti perché le competenze mediche specifiche si possono trovare in altro modo: il ministero dell’Università so che li ha cambiati, vedremo come sono. Il numero chiuso è indispensabile, ma dovremmo lavorare ad un numero programmato, dobbiamo capire il numero dei medici che ci servono, abbiamo fatto l’errore di far iscrivere pochi studenti e ora abbiamo pochi medici”. Lo ha detto il ministro della Salute, Orazio Schillaci, ospite di Terraverso, il nuovo podcast di Libero quotidiano, condotto da Emanuele Ranucci e Pietro Senaldi. “Il problema – ha sottolineato l’esponente del Governo – è anche che i giovani ora non vogliono fare alcune specializzazioni. Dovremmo rendere alcune di queste più attraenti per non trovarci scoperti di alcune professioni, come l’anestesista e il medico d’urgenza. Ho sempre parlato con i giovani, questo è un Governo che crede fortemente nei giovani che hanno tanto da dare a questa nazione – ha aggiunto Schillaci -. Si meritano un’Italia migliore di quella che hanno avuto finora. Riusciremo ad aumentare gli stipendi dei medici, è il mio primo impegno e dobbiamo dargli prospettive migliori”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Bce avverte: con guerra in agguato attacchi cyber a sistema bancario

Articolo successivo

Majorino e la Calabria. "Non è come la Lombardia", e si deve scusare. Ma tranquillo, ci pensa il ponte sullo Stretto