Della Valle e Camusso contro Marchionne. Ma io sto con lui, via dall’Italia

di TONTOLO

Posso dire una cosa che a molti darà fastidio? Io sto con Sergio Marchionne: se ha deciso che la Fiat deve lasciare questo sgangherato e marcio Paese, fa solo bene. Basta che non faccia il giochino per poi farsi concedere nuova assitenza da parte dello Stato, ma non mi pare il tipo.

Oggi invece tutti se la prendono con lui perché ha fatto capire che, colpa il crollo del mercato, il programma Fabbrica Italia deve essere messo in stand by. E mi fa ridere che nel tiro al Marchionne si siano trovati alleati Diego della Valle e Susanna Camusso. Mi fa proprio ridere, per non dire piangere: l’imprenditore che fa le scarpe chissà dove e si riempie la bocca di italianità e la leader del sindacato più conservatore del globo.  Della Valle se la prende con a.d. e presidente: ”il vero problema della Fiat – attacca – non sono i lavoratori, l’Italia o la crisi che sicuramente esiste: il vero problema sono i suoi azionisti di riferimento e il suo amministratore delegato. Sono loro che stanno facendo le scelte sbagliate’. È bene – afferma Della Valle – che questi ‘furbetti cosmopoliti’ sappiano che gli imprenditori italiani seri, che vivono veramente di concorrenza e competitività, che rispettano i propri lavoratori e sono orgogliosi di essere italiani, non vogliono in nessun modo essere accomunati a persone come loro”. “Continua – aggiunge Della Valle in una nota – questo ridicolo e purtroppo tragico teatrino degli annunci a effetto da parte della Fiat, del suo inadeguato amministratore delegato e in subordine del presidente”. Contro il top manager del Lingotto anche la leader della Cgil, Susanna Camusso: ”Marchionne ha avuto la produttivita’ in piu’ e non ha fatto nulla. L’accordo di Pomigliano e’ una barbarie”.

Marchionne, sculta il Tontolo, prendi tutto e vai dove ritieni. La Fiat è stata quel che è stata, ha succhiato tanto dallo Stato, ma non è l’unica grande azienda che l’ha fatto, e ora se non ha più strategie per l’Italia (e la comprendo), meglio che chiuda baracca e burattini.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Le radici sacre della monetazione ellenica nelle città-Stato

Articolo successivo

La Grecia non vende le sue isole. Però le affitta!