/

Dalla Lombardia anche i nomadi frontalieri. Mendrisio insorge

di ELSA FARINELLInomadi2

Arrivano a carrettate, si fermano a elemosinare nei pressi delle casse dei parcheggi in città, a Mendrisio. Con loro l’immancabile minore. Sono il nuovo fenomeno in crescita di un frontalierato sgradito, quello dei nomadi che arrivano dai campi della Lombardia e a cui non manca evidentemente la benzina per varcare il confine e tornare a casa la sera. Il municipio, vista l’esasperazione della popolazione locale, sta tentando di arginare il dilagare del problema facendo appello proprio ai cittadini, chiedendo loro, attraverso l’esposizione di cartelli, di non favorire l’accattonaggio, di ignorare la richiesta di denaro. Difficile debellare questa piaga che disturba e altera gli equilibri sociali ticinesi, anche perché la semplice multa non sembra avere un potere deterrente particolare. I nomadi, dichiarandosi nullatenenti, non sembrano disturbati dalle sanzioni (foto e dati realizzati da tvsvizzera.it). Una domanda: a quando in Lombardia cartelli come quelli di Mendrisio alle fermate delle metropolitane, delle stazioni? E a quando anche delle multe?

nomadi

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Grande Guerra, giù il tricolore su il Leone nei sacrari

Articolo successivo

Scozia, tempo di espertoni: la sentenza di Sergio Romano