Dal 18 gennaio, in piena pandemia, lo Stato manda a casa dei contribuenti 34 milioni di cartelle esattoriali.

di Roberto Bernardelli – Dal 18 gennaio arriveranno 34 milioni di cartelle esattoriali sulla testa dei contribuenti italiani.

Non arrivano i ristori, ma nessuno solleva il problema dei problemi: sopravvivere a questo Stato. Ci fanno credere che il nodo sia la crisi di governo, mentre il tema centrale è non avere il lavoro e dover svendere tutto per le tasse. Se questa è democrazia, se questo è il governo, e se questi sono i partiti che dicono di difendere gli italiani, di metterli al primo posto rispetto a tutto… stiamo freschi. Dalla maggioranza all’opposizione la priorità è un’altra. Per quanto ce la raccontino, non andare a votare. Tanto paga sempre il Nord.

Onorevole Roberto Bernardelli – Presidente Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il Tar sconfessa Fontana: tutti a scuola. "Irragionevole divieto"

Articolo successivo

La crisi impatta su Borsa e Spread