MARONI SMENTISCE BOSSI: FORMIGONI NON CADRA’

di REDAZIONE

E’ finito in una bolla di sapone anche l’ultimatum lanciato a Milano lo scorso 22 gennaio da Umberto Bossi. Ricordate? “Berlusconiiiii – urlava dal palco il capo – ho cade il governo Monti o cade la giunta di Formigoni”.

Oggi, Maroni è lapidario: “La Lega nord in Lombardia manterrà l’impegno preso nel 2010 quando in occasione delle elezioni regionali si è alleata con il Pdl”. Lo ha assicurato l’ex ministro dell’Interno Roberto Maroni al suo arrivo al Parlamento del Nord a Villa La Favorita a Sarego nel Vicentino.

Maroni ha spiegato: “Noi siamo persone serie, nel 2010 abbiamo corso con il Pdl e quell’impegno lo manteniamo. Noi -ha ribadito con forza Maroni- gli impegni presi li abbiamo mantenuti sempre, ma adesso si apre una fase nuova”.

Traduzione: Formigoni resta al suo posto, nonostante Mario Monti. Che lo dicano anche Bossi però, così la smette di illudere i militanti.

IN PIEMONTE COTA SI RICANDIDA

Si ricandiderà a segretario nazionale della Lega Nord Piemonte Roberto Cota. Lo ha confermato lo stesso Cota, attuale segretario nazionale della Lega Nord Piemonte, parlando con i giornalisti, questo pomeriggio a Torino. «Va tutto bene – ha detto – Faremo il nostro congresso il prossimo 10 e 11 di marzo. I congressi provinciali li avevamo sostanzialmente fatti tutti – ha spiegato – e a Vercelli Alessandria e Cuneo verranno fatti il 25 e 26 febbraio».

Per quanto riguarda invece la Lega Lombarda, oggi il consiglio nazionale ha convocato per l’11 marzo i congressi provinciali. Il congresso nazionale che dovrà eleggere il sostituto di Giancarlo Giorgetti sarà convocato dopo le elezioni amministrative del  6 e 7 maggio prossimi.

IN LOMBARDIA INVECE?

Nessuna alleanza fra Lega e Pdl in Lombardia alle prossime elezioni amministrative: lo ha ufficializzato il consiglio nazionale della Lega Lombarda, che ha anche deciso che si celebrerà dopo le elezioni amministrative il congresso regionale. La riunione si è tenuta oggi in via Bellerio sotto la presidenza del segretario uscente Giancarlo Giorgetti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

INFLAZIONE REALE OLTRE QUELLA UFFICIALE

Articolo successivo

SFATARE I MITI: PESSIMA IDEA UN'EUROPA CENTRALISTA