Cota, il piemotese che abita in centro a Milano

di TONTOLO

Il presidente della Regione Piemonte abita nel centro di Milano. Come certi antichi proconsoli romani di lontane province che preferivano restarsene acquattati fra le comodità e le mollezze della capitale, anche Cota disdegna il provincialismo subalpino e la vita meno brillante rispetto al Gran Milàn.  Ma è anche padre e marito affettuoso: non può stare lontano dalla moglie che lavora a Milano e dalla figlioletta che vi frequenta la scuola. Evidentemente i sistemi scolastico e sanitario di Formigoni lo attirano più dei suoi. Poi a Milano ci sono più telecamere e i collegamenti con gli studi televisivi romani sono più agevoli.

Naturalmente non disdegna alcuno dei suoi doveri e sfreccia con la sua auto blu sulla A4. Lui non ha certo l’Apecar. Da un po’ sale anche sul TAV appena inaugurato e in molti malignano che la sua appassionata battaglia per l’Alta Velocità  nasconda un piccolo risvolto di vantaggio personale: così arriva prima in ufficio senza dover salire su quei puzzolenti treni pieni di pendolari.

Qualcuno sostiene addirittura che forse ambisca a diventare sindaco di Lione e che per questo sia uno strenuo paladino del TAV della Salsusa: così da Milano a Lione ci metterà di meno, diavolo d’un uomo. Quando, di recente, qualcuno ha ipotizzato un collegamento veloce anche con Tirana, qualche perfido soggetto ha subito pensato a lui.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

SI PUO' CONSERVARE L'UNITA' NELLA DIVERSITA'

Articolo successivo

Ufficiale: anche Mario Monti avrà una statua celebrativa a Roma