di GIANMARCO LUCCHI

Sara’ operativo entro fine anno il Sid, Sistema di interscambio dati, la nuova infrastruttura dell’Agenzia delle entrate per la trasmissione e gestione dei dati bancari all’Anagrafe tributaria, messa a punto sulla base delle indicazioni del Garante della privacy. Lo ha rilevato il direttore dell’Agenzia, Attilio Befera, in un’audizione davanti alla commissione di vigilanza sull’Anagrafe tributaria. Befera ha assicurato che “le informazioni, che perverranno in una specifica sezione isolata dell’Anagrafe tributaria del riferimento all’anno 2011 e successivi, saranno caricate negli archivi nel rispetto dei diritti e delle liberta’  fondamentali dei contribuenti” e “mantenute per i soli tempi necessari al loro utilizzo ai fini previsti dalle norme, e utilizzate esclusivamente a livello centrale per la sola finalita’ di individuare posizioni a piu’ alto rischio di evasione da segnalare alle strutture operative per i necessari controlli”. Solo nella fase di controllo delle dichiarazioni, ha precisato, le strutture “potranno avviare la procedura telematica delle indagini finanziarie per ottenere informazioni di dettaglio sul contenuto dei rapporti finanziari”.

Tante parole, anche un po’ fumose per far finta di rassicurare. Ma nella sostanza il mitico Befera, e tutti i suoi sottoposti, spieranno i nostri conti bancari come e quando vorranno. Con buona pace del Garante della Privacy che ha messo in scena la sua pantomina per far vedere che esiste e per tentare di giustificare i lauti stipendi dei suoi commissari. Amen.

Print Friendly, PDF & Email