Corteo Malpensa, Reguzzoni: al territorio non si mette il bavaglio! Sindaci e Fare tornare grande il Nord con Bernardelli contro Roma

alitalia

“Quando si protesta per una giusta causa a difesa del territorio i cittadini sono ancora pronti a scendere in piazza e a far sentire le proprie ragioni, contro la politica e i partiti sempre rinchiusi nei palazzi o smaniosi di avere un like in più sui social network. E’ questo il segnale più importante lanciato oggi dalla manifestazione organizzata con i sindaci dell’area di Malpensaper protestare contro il prestito ponte concesso dal governo ad Alitalia e per esigere gli arretrati sulla tassa d’imbarco”. Lo ha detto Marco Reguzzoni, organizzatore della manifestazione a Malpensa contro Alitalia, cui hanno partecipato intervenendo anche i sindaci di Cardano al Campo, Somma Lombardo e Vizzolo Ticino e il segretario provinciale Confial Trasporti, Luigi Bassani che ha lodato l’iniziativa. “Il Governo – ha aggiunto – ha impiegato dieci minuti per trovare le risorse per l’ennesimo salvataggio di un’azienda incapace di stare sul mercato, non si capisce perché in tanti anni non sia stato capace di trovare i soldi per i comuni del sedime aeroportuale”. Alla manifestazione erano inoltre presenti il Comune di Samarate e di Bagnolo Mella (Bs) con due rispettivi assessori e il presidente della Pro Loco di Cerro Maggiore, Alex Airoldi. L’organizzazione è stata curata da Aeroporti Lombardi, presente Roger Zanesco, dall’Associazione “I Repubblicani” rappresentata da Alessandro Longoni e dall’Associazione “Fare tornare grande il Nord” rappresentata da Roberto Bernardelli ed Oreste Rossi. Alla manifestazione ha aderito anche il sindaco di Ferno “E’ stata una protesta senza colore politico – spiega Reguzzoni – nonostante qualcuno abbia voluto, imponendo diktat, anteporre i propri interessi a quelli del territorio. Nonostante ciò, questa mattina, il territorio si è fatto sentire e ha dimostrato che le scelte giuste non appartengono alla destra o alla sinistra, ma al buon senso. Io – conclude Reguzzoni – sono sempre stato e continuerò a stare dalla parte del territorio. Ed è proprio per questo che proseguiremo con la raccolta firme per la petizione in difesa dei diritti dei sindaci cui spettano gli arretrati della tassa d’imbarco e con altre iniziative”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Sabato 10,30 - Corteo contro i soldi pubblici ad Alitalia, per rilanciare Malpensa

Articolo successivo

Una volta le scritte sui muri (della Lega) erano i libri dei popoli... Adesso rincorrono like e follower su FB e Twitter