CORTE CONTI: LOMBARDIA, ACQUISTI ARIA NON OLTRE 36% E POCHI INVESTIMENTI

“A fronte di una media degli acquisti programmati tramite Aria Spa prossima al 70% del totale, l’istruttoria sui dati di bilancio ha rivelato che gli acquisti effettivi tramite il canale centralizzato non superano il 36%, con una documentata significativa differenziazione di comportamento tra enti. La quota residuale degli acquisti e’ gestita in maniera frammentaria ed autonoma, con possibili diseconomicita’ ed inefficienze”.

E’ quanto si legge nel documento redatto dalla sezione Controllo della Corte dei Conti della Lombardia su Aria spa, Azienda regionale per l’innovazione e gli acquisti, nota alle cronache perche’ accusata di inefficienze nella gestione informatica delle prenotazioni dei vaccini anti Covid nella Regione. “La debolezza dell’attivita’ di programmazione da parte del sistema Regione-Aria-enti del servizio sanitario regionale e’ confermata anche nel campo degli investimenti, a cui e’ dedicato solo l’1% del fondo sanitario, con un’attivita’ di aggregazione degli acquisti limitata allo 0,2% di tutte le procedure di appalto bandite nel periodo in esame”, si legge nell’analisi della Corte dei Conti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Con il Covid corre e-commerce ma a rischio ci sono 70mila negozi

Articolo successivo

I sovranisti di casa nostra sono i migliori alleati del mondialismo. Lo sanno?