Confindustria alberghi: aiuti non bastano, ultimo colpo di grazia la chiusura della stagione invernale

Sul fronte del turismo invernale gli albergatori aderenti a Confindustria sono “davvero molto preoccupati” a causa delle notizie di stampa che parlano in queste ore della previsione di chiusura degli impianti sciistici, “un colpo di grazia all’economia della montagna che rischia di travolgere anche il settore alberghiero”. E’ quanto si legge in una nota di Confindustria alberghi. “I risultati registrati questa estate, seppur molto distanti da ciò che avveniva in passato, hanno solo in parte restituito una piccola boccata di ossigeno insufficiente ad un segmento, quello delle destinazioni sciistiche, che rischiano di non sopravvivere all’assenza di ospiti nel periodo notoriamente più richiesto dell’anno, quello legato a Natale e Capodanno” dichiara Maria Carmela Colaiacovo, vice presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi.

“Le misure di sostegno fin qui previste non possono bastare ad affrontare una crisi del genere che continua ad allontanare il ritorno alla normalità ed incide pesantemente sul fattore emotivo di chi viaggia. – aggiunge Colaiacovo – Le misure individuate sinora hanno arginato solo in parte le criticità del mondo alberghiero ma l’inasprirsi e prolungarsi della crisi necessita di un irrobustimento degli interventi da parte del Governo”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Sala: sanità lombarda tutta da rifare

Articolo successivo

Senzasconti, Reho e Rizzi ad Antenna 3