Col super Green pass boom di consegne a casa da 1,5 miliardi di fatturato

Lo stop ai no vax con l’obbligo del green pass per sedersi al tavolo in bar, ristoranti, trattorie, pizzerie e agriturismi al chiuso fa balzare a 1,5 miliardi il fatturato del food delivey in Italia nel 2021. E’ quanto stima la Coldiretti nell’evidenziare gli effetti dell’entrata in vigore del Decreto legge con misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 in occasione del varo mercoledì del pacchetto lavoro da parte della Commissione Europea con il riconoscimento dei rider e dei lavoratori delle piattaforme digitali. Il provvedimento nazionale – sottolinea la Coldiretti- preclude l’accesso al tavolo nei locali della ristorazione al chiuso a milioni di italiani adulti non vaccinati che tuttavia possono ricorrere all’asporto a alla consegna a domicilio effettuata proprio dai rider. Una opportunità che – precisa la Coldiretti- spinge un settore in grande crescita nel 2021 per effetto delle limitazioni poste dalla pandemia che ha fatto scoprire agli italiani una modalità di consumo. Secondo l’Osservatorio nazionale sul mercato del cibo a domicilio il settore del digital food delivery continua la sua corsa inarrestabile, registrando una crescita del 59% rispetto al 2020 guidata da un lato dall’evoluzione tecnologica, dall’altro dall’accelerazione dovuta all’emergenza pandemica. La consegna di pasti a domicilio interessa quasi quattro italiani su dieci (37%) che hanno ordinato dal telefono o dal proprio personal computer pizza, piatti etnici o veri e propri cibi gourmet durante l’anno, secondo l’analisi Coldiretti/Censis.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Trattato del Quirinale, quando il Corriere parlava di macroregioni mentre la Lega le archiviava

Articolo successivo

L'Istat: Pandemia lascerà effetti permanenti, come un evento bellico