Le prove Invalsi non piaceranno alla signora Ciampi

di TONTOLO

La signora Ciampi aveva a suo tempo formalizzato una verità nota a tutti: i meridionali sono più intelligenti.  I padani sono ignoranti, bifolchi e anche un po’ tardi, sennò non si sarebbero ridotti allo stato in cui si trovano. Siccome sono stupidi devono lavorare per mantenere chi è più intelligente e “studiato” di loro.  Anche per questo gli insegnanti sono spesso meridionali: vengono qui in missione a cercare di educarci un po’.

Questa certezza è però  guastata dall’ultima relazione dell’Invalsi, secondo la quale gli studenti nordisti sono molto più bravi di quelli sudisti.  Se il punteggio medio è di 200, si viaggia attorno a 211 in Padania, a 194 in Meridione e addirittura 185 in Sicilia e Sardegna.

I dati degli scorsi anni erano meno divergenti ma allora c’era ancora il Trota che andava a scuola ed “equilibrava” la media.

Adesso però come si spiega?

1) All’Invalsi sono razzisti?

2) Al Sud sono così bravi che fanno i test tanto per ridere?

3) Al Sud non ci vogliono umiliare a nei test sbagliano tutto apposta?

4) Tutti quelli più bravi li hanno già spediti qui a fare gli statali o a Roma a fare i politici?

Se quest’ultima ipotesi vale anche per gli insegnanti, allora si capisce tutto. Se i migliori sono quelli capitati nella scuola di mio figlio, non oso pensare cosa siano quelli rimasti là. Si spiegano le statistiche.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Dove son finite le fasce tricolori dei sindaci leghisti?

Articolo successivo

Falsi invalidi, un esercito di parassiti che qualcuno continua a pagare