Chiappori: congresso farsa tumula la Lega. “Regole alla Calderoli?”

 chiappori
"Ho letto le dichiarazioni di Gianni Fava rilasciate oggi alle agenzie di stampa e confermo che il Congresso Federale del 21 dicembre non consente alla minoranza
interna della Lega Nord, quella federalista e autonomista, alcun tipo di ruolo. Infatti, nonostante un preavviso di pochi
giorni, la presentazione di emendamenti sottoscritti da 150 delegati e' resa inutile dalla regola che prevede che in caso di voto sul nuovo statuto, tutti gli emendamenti decadono.Tra
parentesi, presentare gli emendamenti era l'unico sistema per fare in modo che un solo delegato, uno solo, avete letto bene,
potesse almeno fare un piccolo intervento. Un Congresso con queste regole e' in realta' inutile. L'unico scopo della riunione, a questo punto, sembra essere veramente quello che
molti giornali hanno anticipato: votare lo svuotamento dei poteri del presidente, ridotto ad una pallina decorativa dell'albero di Natale e votare la regola che, in caso di
dimissioni del segretario, il ristretto Consiglio Federale nomini un commissario "con pieni poteri", azzerando di fatto tutti gli organi, con un mandato di durata incerta e oggi
ignota, essendo rimessa alla valutazione discrezionale del Consiglio stesso. 

Siccome la lettura dell'insieme delle nuove regole farebbe capire che tutto sembra preordinato a tumulare la Lega Nord in un sepolcro, non vorrei che ci trovassimo di
fronte ad una pensata alla Calderoli, esperto di cavilli e regolette maliziose degli Statuti, come in passato gia' accaduto. Pertanto, tutto mi fa pensare che Salvini subito dopo
il Congresso dara' le dimissioni per fare in modo che il Consiglio Federale nomini un Commissario "con pieni poteri" per mesi o addirittura per anni, svuotando nei fatti tutti gli
organi della Lega. Per questi motivi, come padre fondatore, membro di diritto del Congresso, sono d'accordo con Fava sulla
inutilita' di legittimare con la nostra presenza un Congresso di facciata". Cosi' il sindaco 'bossiano' di Diano Marina, in
provincia di Imperia, Giacomo Chiappori, in una nota alle agenzie.
Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. la Lega di Salvini ha fatto la scelta di essere un partito nazionale cioe’ una copia di Fratelli d’Italia e molti che si sentono di destra farebbero bene a votare l’originale anziche’ la copia.I leghisti padani cosa faranno?Alcuni voteranno :”Grande Nord” altri non andranno a votare e si augurano un centro-destra con tre partiti di uguale forza per evitare prepotenze,intanto i veri leghisti si incontrano a Varese ogni Sabato alle 17.00 nel prato fuori il Municipio con la camicia verde simbolo della Padania, decideranno li nuove iniziative.

  2. Alla faccia della libertà e della democrazia.
    Complimenti alla nuova LEGA di Salvini che nasce col solito autoritarismo……noi Veneti ne sappiamo qualcosa tramite la LIGA VENETA che continua a restare dentro la LEGA senza più avere alcun margine di manovra al suo interno.
    Contenti tutti ??
    Scontenti tutti !!!!
    WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Sanità, il giallo in manovra per garantire personale e livelli di prestazione

Articolo successivo

Lindipendenzanuova in lutto, ci lascia Marcello Ricci