Sotto inchiesta - Page 129

Le “teorie cospirative” si oppongono all’ordine spontaneo, non alla sua distruzione

di GIOVANNI BIRINDELLI In un recente articolo pubblicato in anteprima per l’Indipendenza, Steven Horwitz ha sostenuto che le teorie della cospirazione sono incompatibili con il liberalismo classico; e che lo sono non solo nei limiti in cui esse sono, per usare l’espressione di Karl Popper, non falsificabili, ma anche e soprattutto perché, nel momento in…

Giustizia italiana: 48 anni per far abbattere un muro! 26 per ottenere giustizia

di JAMES CONDOR CHIUDUNO – Per far abbattere il muro costruito sul confine del suo laboratorio, Benito Scaburri, 78 anni, ha dovuto attenderne 26. La corte di appello di Brescia, il 12 aprile 2012, gli ha dato finalmente ragione. Nel frattempo ha cambiato quattro legali, i giudici sono andati in pensione, le controparti sono decedute…

Cosa sta succedendo in Scozia: una lezione utile ai Veneti e non solo

di GIOVANNI DALLA VALLE Sono veneto di nascita e cittadino britannico. Sono anche un membro anche dello “Scottish National Party” e mi sto impegnando per la campagna  per il referendum sull’indipendenza della Scozia deciso per l’ottobre 2014. In questa veste e su invito della redazione di questo giornale sintetizzo volentieri la relazione che ho svolto…

Crisi: la “moneta cattiva” scaccia sempre la “moneta buona”

di BRILLAT SAVARIN Secondo La definizione della Legge di Gresham, “la moneta cattiva scaccia la moneta buona”. Oggi, oro (e argento) non circolano a livello monetario ma restano nascoste, tesaurizzate: si può dire che la Legge di Gresham sta operando in tal particolare modo. Mentre, infatti, la cattiva moneta debito (fiat money) è imposta dalla legge…

Adesso arriva il “catalogo” delle riforme elettorali

di DANIELE V. COMERO Avanti piano, adagio, quasi indietro. Questo è il motto del Comitato ristretto che oggi si è riunito al Senato per discutere della riforma elettorale, per arrivare a sostituire il maleodorante “Porcellum”, come richiesto da anni dagli italiani e dal presidente Napolitano. Nel pomeriggio, al termine dei lavori, il primo lancio di…

Crisi dell’euro, ecco la soluzione: creare due confederazioni italiane

di STEFANO GAMBERONI “Se uno stato membro dell’Unione Moneteria Europea la lasciasse, quale sarebbe il percorso migliore per porre le basi più solide alla crescita ed alla prosperità dei membri restanti?”. A mio parere, la risposta a questa domanda è che ogni Stato che non fosse in grado di controllare il costo del suo debito…

Debito pubblico, malattia cronica: la sua crescita non risolve un bel nulla

di MATTEO CORSINI “L’Italia, dal 2008 al 2012, è accreditata nel complesso di una riduzione del Pil per 4 miliardi di euro, pari allo 0.24% della base di partenza. In compenso, il suo debito è cresciuto di 272 miliardi, cioè del 16.3% rispetto alla data iniziale. E’ la migliore performance continentale e internazionale sul controllo…

Einaudi: Green economy, ovvero come lo Stato distrugge ricchezza

di MATTEO CORSINI Non si può certo dire che Renato Schifani, presidente del Senato, abbia mai brillato per originalità. Berlusconiano di provenienza democristiana, Schifani associa alla moderazione del modo di porsi una certa allergia all’esprimere considerazioni che non siano già state espresse (milioni di volte) da altri. Forse ritiene che anche questo debba fare un…

Una repubblica fondata sul lavoro dipendente a tempo indeterminato

di MATTEO CORSINI Mario Monti, lo scorso 4 luglio nel corso della conferenza stampa al termine del vertice bilaterale con Angela Merkel, ha fatto questa affermazione: “La riforma del mercato del lavoro non ha goduto di buona stampa in Italia… semplificando, le parti hanno assunto, da una parte, un atteggiamento desideroso di stravincita, e un desiderio…

Milgram, l’esperimento che spiega perchè non si disubbidisce

di REDAZIONE Guardate con attenzione il filmato, che è sottotitolato in lingua italiana. Si tratta di una riproposizione dell’esperimento Milgram, che fu un esperimento di psicologia sociale condotto nel 1961 dallo psicologo statunitense Stanley Milgram. Lo scopo dell’esperimento era quello di studiare il comportamento di soggetti a cui un’autorità (nel caso specifico uno scienziato) ordina…