Sotto inchiesta - Page 125

L’ARTICOLO 18? UNA DIFESA DA CONTRATTO DEI I LAVATIVI

di MATTEO CORSINI “Pensiamo sia assolutamente sbagliato in questa stagione intervenire in quel modo sui licenziamenti. Pensiamo che sia sbagliato affermare, in qualunque stagione, un potere unilaterale delle imprese sui lavoratori.” (S. Camusso) Le discussioni sulla riforma del mercato del lavoro hanno finito, come era prevedibile, per concentrarsi sulla modifica dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.…

UN ITALIANO SU QUATTRO E’ POVERO E NON PAGA IMPOSTE

di REDAZIONE Un italiano su quattro presenta una dichiarazione Irpef che lo esenta dal pagare le imposte, perchè troppo povero o che hanno detrazioni che consentono di azzerare l’imposta lorda. È quanto emerge dai dati del Mef, relativi alle dichiarazioni dei redditi Irpef 2011. Nel 2010 i contribuenti sono stati più di 41,5 milioni, in…

ITALIA IN DECLINO, TASSE ED ACCORDI FISCALI CON LA SVIZZERA

di GIANCARLO PAGLIARINI Il problema Lo Stato centrale e gli enti locali incasseranno la maggior parte delle nuove entrate  previste nel  decreto “Salva Italia” dalla Imposta Municipale Unica (IMU). Il presupposto di questa imposta è il possesso di beni immobili, siano essi abitazioni o terreni. Per effetto del decreto le entrate delle Pubbliche Amministrazioni generate…

PROFITTI D’AZIENDA AI LAVORATORI? UNA TEORIA CHE NON REGGE

di DWIGHT R. LEE Quando la maggior parte delle persone sostiene che le imprese dovrebbero condividere gli utili con i lavoratori, non sono interessate alla distribuzione generale delle entrate dell’impresa (1). Piuttosto, puntano alle imprese che incassano profitti eccezionalmente elevati e sostengono che ad essere equi la maggior parte di quei profitti dovrebbe essere girata ai…

LA CRISI HA TAGLIATO LE GAMBE AI PADRI SEPARATI

di MARCO PORELLI La crisi miete molte vittime, le più diverse. E tra questi, ci sono anche personaggi che, di loro qualche problema lo hanno già. “Purtroppo la povertà aumenta il conflitto all’interno delle famiglie e sempre più padri separati finiscono in strada”. È l’allarme, rilanciato dal presidente di “Avvocato di strada” Antonio Mumolo, che…

UNA SOCIETA’ SENZA DROGHE ORMAI E’ UN’UTOPIA

di GIORGIO CALABRESE 1961. Le Nazioni Unite ratificano la Convenzione unica sugli stupefacenti. Il testo raccomanda una linea proibizionista a livello mondiale, includendo nella lista per la prima volta anche la cannabis. 1971. Il governo americano di Richard Nixon dichiara la «war on drugs», il cui obiettivo è di sbarazzare il mondo dagli stupefacenti, utilizzando…

QUANDO BONI AMMONIVA: “CHI E’ INDAGATO SI DIMETTA”

di REDAZIONE La coerenza non appartiene alla Lega Nord, che ha detto tutto e ha sempre fatto il contrario. Conseguentemente, non è neppure dei suoi dirigenti. Il caso d’attualità è quello che rguarda Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia. Ecco cosa sosteneva Boni al Corriere della Sera, quando vennero arrestati due assessori leghisti…

LA STRANA PUBBLICITÀ NOTTURNA DEL CORRIERE.IT

di JAMES CONDOR Di notte scrivo. E di solito, quando finisco, do un’occhiata alle ultime notizie online. Qualche notte fa, verso le 4 del mattino, sono così incappato su Corriere.it. Leggo la parte destra dell’homepage e cosa ti trovo? Al posto della pubblicità della banca che di giorno mi invita a depositare i risparmi (siamo…

NUCLEARE: UN ANNO PER SCEGLIERE IL SITO DEI RIFIUTI RADIOATTIVI

di GIORGIO CALABRESE L’Italia, con il referendum di giugno 2011, ha chiuso definitivamente al nucleare. I sostenitori dell’atomo, dunque, non hanno più speranze e adesso il programma energetico va avanti su altre strade, rinnovabili in primis. Ma cosa accade alle centrali già esistenti del nostro paese? Sogin, la Società gestione impianti nucleari, nel piano industriale…

OLANDA FUORI DALL’EURO, WILDERS VUOLE IL REFERENDUM

di SALVATORE ANTONACI Geert Wilders, leader del PVV (Partito per la Libertà) olandese non è tipo da impressionarsi al cospetto di minacce provenienti dai più oltranzisti gruppi terroristi islamici che han giurato di fargli pagare la dura battaglia identitaria iniziata ancor prima della sua uscita dal partito liberale “ufficiale”. Facile, quindi, immaginare come lo stesso…