Palazzi & Potere - Page 137

BOSSI: “FORMIGONI VA AVANTI”. L’AUT-AUT ERA UN BLUFF

di REDAZIONE «Per adesso sì, mi pare che un pò di risultati ci siano»: così il leader della Lega Nord Umberto Bossi ha risposto a chi gli chiedeva se andrà avanti nell’alleanza con Roberto Formigoni in Regione Lombardia. Quindi, come largamente prevedibile, le minacce del comizio milanese erano solo un bluff. Rispondendo alle domande dei…

TUTTI GLI AFFARI DI QUELLI DEL “CERCHIO MAGICO”

di REDAZIONE Bossi ha sempre creduto di essere una specie di Re Mida. Ha sempre pensato in grande, anche in affari, ma i soldi della Lega son sempre finiti dentro a un buco senza fondo, fatto di fallimenti a catena, sic chiamino Credieuronord o Cooperative padane, Nedia padani o Villaggi in Croazia. Non parliamo, poi,…

PARTITI COME ZIO PAPERONE MA NON CI PENSANO A CAMBIARE

di GIANCARLO PAGLIARINI* Nell’aprile del 1993 si era svolto un referendum promosso dai radicali con otto quesiti, uno dei quali proponeva l’abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti politici. Ad esso aveva partecipato il 77% degli aventi diritto e il 90,3% aveva detto chiaramente di voler abrogare il finanziamento pubblico. Ma i signori di Roma non…

DOVE E’ FINITO SEPOLTO IL FEDERALISMO FISCALE?

di CLAUDIO PREVOSTI Cosa è rimasto o cosa si profila circa la riforma del cosiddetto federalismo fiscale con l’avvento del governo Monti? Detto e ripetuto, come è già avvenuto su questo giornale, che la riforma federalista dell’accoppiata Calderoli-Tremonti ha ben poco del federalismo vero, qualche considerazione su ciò che sta avvenendo nel post governo Berlusconi…

RAI, QUANDO LA BENZINA VERDE METTE IL TURNO

di CLAUDIO PREVOSTI   Dunque in Rai la direttore generale Lorenza Lei (una classica democristiana gradita Oltretevere) si appresta a proporre al Cda partitico di prolungare l’incarico ad Alberto Maccari (area Pdl) alla guida del Tg1 fino al 31 dicembre prossimo, anche se il giornalista sia ormai in pensione, e di nominare un leghista di…

VERONA: ECCO LA LEGA MARONI-TOSI, SENZA I BOSSIANI

di GIANMARCO LUCCHI Roberto Maroni benedice l’asse con il suo delfino veneto, il sindaco di Verona Flavio Tosi, già partito lancia in resta per la riconquista solitaria della città e deciso a chiudere la porta in faccia al Pdl in vista delle prossime elezioni di maggio. E Verona diventa il laboratorio politico di una parte…

REGUZZONI, SCARICATO DALLA ROSI, ORGANIZZA I REGUZZONES

di GIANMARCO LUCCHI Marco Reguzzoni riparte dalla sezione di Busto Arsizio e prepara la riscossa: tra un mese una convention al teatro Sociale per mostrare i muscoli e replicare al recente bagno di folla dei maroniani al teatro Apollonio. «Ma non devono esistere fronde nella Lega». Come scrive Andrea Aliverti su La Provincia di Varese…

STATO DELL’UNIONE FORZATA: E’ ORA DI REFERENDUM

di ALESSANDRO STORTI E così, dopo oltre un anno di passione condito da imbarazzanti manifestazioni di maldestro patriottismo, è passato anche il fatidico centocinquantesimo. 150 anni non sono davvero pochi. E si sentono. In questi 15 decenni, lunghissimi o fugaci, se ne sono viste di tutti i colori, spesso ottime cose, molto più spesso pessime. Tragiche,…

CLAMOROSO: LA LEGA NORD SALVA ANCORA COSENTINO

di REDAZIONE I voti della Lega Nord ancora una volta determinanti per salvare Nicola Cosentino… Grazie ai parlamentari del PDL e della Lega, infatti, a cui si sono aggiunti pure quelli dell’UDC, la Giunta per le autorizzazioni ha votato a favore della costituzione in giudizio della Camera dei deputati contro la procura del tribunale di…

LEGA, CAMPO DI BATTAGLIA TRA VERONA, I SOLDI E MARONI

di GIANLUCA MARCHI Lo slogan è già stato usato per descrivere plasticamente quanto sta accadendo nella Lega, ma qui ci piace riprenderlo: dalla guerra di secessione si è passati alla guerra di successione. Chi, cioè, succederà a Umberto Bossi nella guida del movimento, ammesso e non concesso che, in attesa di quel fatidico momento, una…