Gli Indipendenti - Page 171

“IO, BOSSI E LA LEGA”, IL LIBRO CHE VORREBBERO FAR SPARIRE

di JULIUS HOFER L’ormai famosa vicenda del libro L’idiota in politica, Antropologia della Lega Nord, di Lynda Damatteo, tenuto lontano dai militanti e dai suoi cittadini dal sindaco di Sesto Calende, città la cui biblioteca l’ha di recente acquistato, non è la più significativa e non è certo isolata. C’è un libro, di ben altro…

SOLDI ALLE BANCHE E NON ALL’ECONOMIA REALE

di REDAZIONE Leggiamo dal blog di Beppe Grillo: La BCE ha erogato 498 miliardi di euro alle banche europee al tasso dell’ 1% per tre anni. A fine febbraio è previsto un altro mega prestito di 400 miliardi alle stesse condizioni. Lo scopo dichiarato è nobile, far ripartire l’economia con finanziamenti alle imprese. I soldi sono ovviamente nostri, pagati attraverso l’aumento dell’inflazione e…

VI DICO UN PAIO DI COSETTE SUL SIGNOR MARONI

di GIULIO ARRIGHINI* Lo avevamo lasciato come Ministro degli Interni, occupato a sequestrare beni ai clan mafiosi e a contrastare stancamente gli sbarchi a Lampedusa. Lo si ricorda più in là con i tempi, a sottoscrivere e poi stracciare l’accordo elettorale con Mariotto Segni, giusto qualche ora prima di far parte del primo governo Berlusconi…

THATCHER, LEZIONI DI LIBERALISMO A MARIO MONTI

di REDAZIONE Negli anni 70 la Gran Bretagna era tecnicamente fallita. Si era ridotta nella situazione di dover chiedere prestiti al Fondo Monetario Internazionale, come un paese africano in via di sviluppo. Il paese era nelle mani di “un sindacato becero, ignorante e irresponsabile, supportato da leggi che davano alla Trade Union un potere distruttivo”…

TRA IL DIRE E IL FARE C’E’ LA DISOBBEDIENZA CIVILE

di VITTORE VANTINI Per chi e’ un autonomista convinto e pone la sua bussola sulle teorie socio-politiche e costituzionali di Miglio, la partecipazione a incontri, congressi, riunioni (come il recente interessantissimo incontro a Milano) e’ motivo di orgoglio e di soddisfazione. Ancor piu’ gratificante e confortante è vedersi circondato da un numero crescente di “colleghi”,…

LEGA AUSONIA: C’E’ TANTA VOGLIA DI INDIPENDENZA AL SUD

di FRANCESCO MONTANINO Napoli – La settimana che è appena chiusa verrà ricordata, oltre che per la tragedia della Costa Concordia, anche e soprattutto per la clamorosa protesta inscenata in Sicilia dal Movimento dei Forconi che ha bloccato un’intera regione, e che si sta espandendo rapidamente nel resto della Penisola. Nelle stesse ore in cui…

LA CRISI DEL SISTEMA LEGITTIMA L’AUTODETERMINAZIONE

di GIANFRANCO FERRARI* Una delle ragioni sicuramente più forti e difficilmente confutabili a favore del principio dell’autodeterminazione dei popoli sancito, non dimentichiamolo, dall’art.1,comma 2,della Carta della Nazioni Unite, ratificata anche in Italia con Legge n°848 del 17/8/1957, è il mancato rispetto o il venir meno, in tutto o in parte, in fatto o in diritto,anche…

INDIPENDENTISTI SI’, SUPERANDO I PARTITI ED ANCHE I PRIVILEGI

di JOSEPH PORTA La nascita di nuovi movimenti indipendentisti, autonomisti o semplicemente civici spesso è caratterizzata da litigiosità, lotte fratricide che alla fine non fanno che favorire i mantenitori dello “status quo” del quadro politico. Per cercare di superare questo problema, che sembra una costante, e per non generari nuovi “mostri della Casta” (modello Lega Nord…

PAGLIARINI: CON LE PENSIONI IL DEBITO E’ DI 5000 MILIARDI

di REDAZIONE A Zola Predosa (Bologna) presso l’HOTEL CONTINENTAL, via Garibaldi 8, s’è tenuto incontro organizzativo dell’Unione Federalista con Giancarlo Pagliarini. Per Giancarlo Pagliarini, segretario del movimento che è stato fondato nell’aprile del 2011, “abbiamo sperato e continuiamo a sperare che un giorno sarà possibile cambiare la pessima organizzazione politica e istituzionale del nostro paese.…

SANT’EVASORE ORA PRO NOBIS

di LUIGI FRESSOIA Gli agrari, i possidenti, i nobili e gli altri padroni delle terre, pur vivendo di pura rendita sul lavoro altrui, senza alcun investimento sulla terra stessa, quasi tutti disprezzavano, diffidavano e talora odiavano i contadini che pur li mantenevano; dicevano che erano ladri e infidi, perché non resistevano a prendere di nascosto…