Il Federalismo - Page 26

Lottieri: il disastro dell’Unione nata sui soldi. Il futuro è la miseria dei popoli

di CARLO LOTTIERI* – I processi di accorpamento politico e territoriale (l’unificazione dell’Italia e della Germania nell’Ottocento, quella dell’Europa al giorno d’oggi) vengono spesso difesi con argomenti economici. Non di rado gli uomini politici si vergognano del loro nazionalismo e ancor più della volontà di potenza che li pervade, e quindi tendono ipocritamente a utilizzare questo genere di maschere. Si sente spesso dire, ad esempio, che l’Europa unita…

Dopo l’Italietta, l’Unione sovietica europea

di ROMANO BRACALINI* – Nel febbraio 1864 Hippolyte Taine, storico e critico francese, si imbarcò a Marsiglia per l’Italia. Visitò Roma e Napoli poi, lentamente, risalì la penisola: Firenze, Venezia, Milano. Al suo ritorno scrisse un libro, Viaggio in Italia, che fece scalpore. In Italia venne censurato. «Napoli – scrisse – aveva un’indole ossequiosa, lassista, ciarliera, parassita, ruffiana, servile, unita all’arte di aggirare le difficoltà, all’avversione…

La Magna Grecia del pensiero politico antifederalista

di GILBERTO ONETO – Nel giro di soli tre anni il mondo della politologia è stato illuminato da due perle di cultura elargite da due giganti del pensiero occidentale. Nel marzo del 2002 Agazio Loiero ha pubblicato il fondamentale Se il Nord (sottotitolo: Bossi, Berlusconi e le sirene del Federalismo fiscale): un uppercut che ha fatto vacillare secoli di speranze autonomiste. Nel gennaio del 2004…

Roma, nulla crea e nulla distrugge…

di GILBERTO ONETO* – Dai giorni per qualcuno gloriosi del Risorgimento, la popolazione dello stivale è poco più che raddoppiata (di 2,24 volte). Nello stesso periodo, Napoli – che era a metà Ottocento la città più popolosa della penisola – aveva 416.000 abitanti: oggi (censimento 2001) ne ha 1.005.000 ed è perciò aumentata di 2,52…

1 24 25 26