CATALUNYA: INDIPENDENTISTI DIPINTI COME NAZISTI DAL PP

di SALVATORE ANTONACI

Ormai non passa giorno, nella cronaca locale catalana, senza che una notizia desti  clamore nazionale e non solo. Dopo la condanna della manifestazione pro-unione del 12 ottobre da parte del quotidiano francese “Le Monde” che scrive apertamente, in un commento all’evento, di infiltrazione e sponsorizzazione da parte di ambienti dell’estrema destra iberica, arriva quest’oggi la rivelazione di un quotidiano digitale del posto , “Naciò Digital”, sdegnato per le affermazioni a dir poco deliranti di un dirigente del Partido Popular catalano comparse in alcuni status dell’arcinoto social network Twitter.

Jonathan Cobo, coordinatore popolare di Rubì, ha così descritto la situazione generale della regione: “Alcuni nazionalisti catalani vorrebbero ripetere questo”, riferendosi ad un immagine che ritraeva ufficiali nazisti all’interno di un campo di concentramento. In un altro “cinguettio”, Cobo si era lanciato, senza pensarci su due volte, in un’esclamazione dal sapore provocatorio: “Heil, Màs!”.

Successivamente, viste le reazioni suscitate, il politico ha ben pensato di rimuovere le frasi incriminate. Cobo si era già reso noto per aver “stampato” in gran numero la speciale bandiera bicolore (senyera catalana ed emblema spagnolo) esibita durante il raduno di Barcellona. Ora ha comparato il nazionalismo catalano ai responsabili della morte di milioni di persone nei campi di sterminio lasciando intendere che una Catalogna indipendente metterebbe in pratica la medesima pulizia etnica commessa dai nazisti nei confronti degli ebrei.

Al peggio pare non ci sia limite…

QUI L’articolo di Naciò Digital”

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Vedi Napoli e poi muori: altri 110 milioni per i lavori socialmente utili

Articolo successivo

Atene a ferro e fuoco: un morto durante lo sciopero generale