I SOCIALISTI SICILIANISTI AUSPICANO L’INDIPENDENZA PER LA CATALUNYA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Domenica 25 novembre le donne e gli uomini di Catalogna saranno chiamati a votare per il rinnovo del Parlamento di Barcellona. Il voto sarà un primo, importantissimo passo verso il processo di Indipendenza dalla forma stato Spagna. Questa è del resto la chiave di lettura del voto data espressamente anche dall’attuale leader catalano, Artur MAS. MAS è espressione del partito di Convergenza e Unione (CiU), che secondo gli ultimi sondaggi dovrebbe sfiorare i 68 seggi che rappresenterebbero la soglia della maggioranza assoluta nel Parlamento Catalano. CiU è un partito liberista e nazionalista catalano, sino ad oggi solo, schiettamente autonomista e di assodata tradizione antifranchista, che adesso si mostra propenso a favorire e sostenere il processo d’Indipendenza da Madrid .

Noi SOCIALISTI SICILIANISTI, siamo vicini al Popolo e alla Nazione Catalana a cui guardiamo senza remore ne complessi di inferiorità nello spirito di solidarietà internazionalista e di fraternità tra Nazioni senza stato che ci anima sia come Socialisti che come Patrioti Siciliani.

Senza esprimere preferenze di natura personalistiche o partitiche auspichiamo comunque che a prevalere siano le forze, le energie che si riconoscono nella sinistra indipendentista e nella sua lunga, decantata tradizione politica oggi incarnata principalmente da due formazioni politiche : Esquerra Republicana de Catalunya (ERC) e Solidaritat Catalana per la Independència (SI) Auspichiamo inoltre che da queste elezioni possa maturare successivamente un (Partito dei Socialisti di Catalogna), che sconta oggi le evidenti contraddizioni che lo dilaniano al suo interno, nell’eterno contraltare tra le sue diverse anime una più vicina al centralista PSOE e un’altra più catalanista.

Vanno poi valutate, anche le posizioni di tutto il catalanismo di matrice ecologista e comunista incarnato dai due partiti comunisti (Psuc e Pcc) uniti in Esquerra Unida i Alternativa (EUiA) che sono alleati con i verdi catalanisti in Iniciativa per Catalunya Verds (ICV). Certo i sondaggi danno vincente la linea PRO-INDIPENDENZA e tuttavia non vanno sottovalutate né minimizzate le spinte centraliste incarnate da un composito schieramento che va dal Partito Popolare ad una organizzazione come Ciutadans.

L’istituto di Cultura Politica per la Questione Siciliana xQS, espressione del SOCIALISMO SICILIANISTA esprime in questa vigilia tutta la sua vicinanza, ideale e politica, alle forze della sinistra indipendentista e indipendente in Catalogna ed auspica una loro piena e forte affermazione che possa essere foriera di novità per la CATALUNYA e di buon auspicio per tutte le Nazioni senza Stato d’Europa e del Mondo, pur avendo ben chiaro Noi che ogni Popolo ha una sua originale, irripetibile via all’Autodeterminazione e al Socialismo.

IL PRESIDENTE  – Leonardo D’Angelo

IL VICE PRESIDENTE – Fabio Cannizzaro

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Associazioni e Movimenti: "Situazione sempre più grave per Napoli"

Articolo successivo

Unione Padana: "A Caorso la dirigente scolastica sia trasparente"