CATALUNYA, OMAGGIO ALL’INDIPENDENTISTA MARTI’ MARCO’

di REDAZIONE

Sabato sera scorso, 26 gennaio, è stato il 34esimo anniversario della morte del patriota Martí Marcó, ucciso dalla polizia spagnola nel 1979. Un piccolo gruppo di una quarantina di indipendentisti si è radunato nell’incrocio della via Bruc con Diputació di Barcellona, luogo dove é caduto, ferito a morte, il giovane che aveva allora solo19 anni, attivista independentista e anarchista.

Una delle prime vittime del processo di democratizzazione della Spagna, dopo la morte del dittatore Francisco Franco (1975), processo conosciuto come: “la transizione”.

Una rappresentazione della attuale JERC (Gioani di Sinistra Repubblicana di Catalogna) il partito nel quale militava Marcó e due suoi compagni di lotta di quei tempi, Fredi Bentanachs di EC (Estat Catalá) e Jordi Fornas (SI), che all’epoca era nelle file della JERC, hanno ricordato il giovane martire della causa catalana.

L’ atto, molto spartano, è incominciato con l’appendere al muro dell’incrocio stradale un ramo di fiori. Dopo i discorsi dei tre rappresentanti politici è stato cantato l’inno nazionale catalano “Els Segadors” (i mietitori) seguito da tutti i presenti.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

Rispondi a Druido Lombardo Annulla risposta

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Mps/Antonveneta: in 11 mesi pagati otto bonifici per oltre 17 miliardi

Articolo successivo

Camusso, una vita in difesa dei privilegi anziché dei diritti