Caso Donazzan, opposizione incalza Zaia: “Prenda posizione su Faccetta nera”

“Il presidente Zaia e’ tenuto a prendere una posizione chiara in merito alle dichiarazioni di simpatia verso il regime fascista espresse da un suo assessore”. Cosi’ il Portavoce delle opposizioni in Consiglio Regionale, Arturo Lorenzoni, alla vigilia della seduta durante la quale verra’ discussa la mozione di riserve nei confronti di Donazzan, alla luce di una sua “inammissibile uscita durante una trasmissione radiofonica”. “Lui, e solo lui, ha la responsabilita’ del posizionamento politico della Giunta, composta da donne e uomini di sua fiducia – continua – Non e’ minimizzando, o bollando le affermazioni di Donazzan come delle semplici leggerezze, che tutto tornera’ come prima.

Perche’ dieci giorni fa, con quell’esplicito richiamo al Ventennio, si e’ creato un solco rispetto al quale non dobbiamo soprassedere. Auspico che ogni singolo consigliere non cada nel tranello dell’ambiguita’: mettere sul medesimo piano le canzoni popolari Faccetta nera e Bella ciao, lasciando intendere che entrambe le parti meritino ancor oggi pari rispetto, significa rivisitare la Storia in senso antidemocratico e anticostituzionale”. “Abbiamo predisposto questa mozione – spiega – poiche’ crediamo che non si possa rimanere nel nascondimento. Al contrario, occorre dire in maniera esplicita da che parte stiamo. Non tanto in relazione al passato, quanto piuttosto relativamente ai valori cui intendiamo riferire la nostra azione politica e amministrativa odierna e futura: come rappresentanti dei cittadini siamo chiamati a rispondere a criteri quali trasparenza, coerenza e, in ultima istanza, alla stella polare della democrazia”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Senzasconti, Carriera (#ioapro), Olivieri e Usuelli ad Antenna 3

Articolo successivo

Conte vuole riformare il fisco? Bernardelli: Basta l'autonomia, presidente