Dopo Giuliani, a quando un’aula della Camera dedicata a Bifolco?

di PIERO LA PORTAPARLAMENTO

Quest’Arma dei Carabinieri che s’ammoscia davanti ai prepotenti è un pessimo viatico per il futuro. Da qualche parte è stato deciso che i carabinieri potessero, anzi dovessero omaggiare Davide Bifolco più di quanto mai avrebbe mai potuto immaginare e chiedere quel povero ragazzo, cresciuto in un quartiere di camorra, con familiarità poco nitide, ma non per questo meno responsabile dei suoi atti, dopo aver tentato di sfuggire all’alt di una pattuglia di carabinieri, alle due di notte, certo non tornando da lezioni di catechismo insieme a un paio di amici degni del quartiere e dei malacarne che vi si aggirano. È morto, Davide, nelle circostanze che sappiamo e un colonnello dei carabinieri – chissà quante altre volte burbanzoso difensore della legge – questa volta s’è scoperto il capo e chissà che non si sia messo sull’attenti. L’avvocato del carabiniere che aveva sparato s’è premurato di riferire quanto sarebbe stato detto dal suo assistito: “Con pudore voglio dire alla famiglia di Davide che chiedo perdono per questa perdita, consapevole che niente e nessuna parola potrà attutire il dolore che segnerà per sempre anche la mia vita.” Difficile riconoscere in questo maleodorante guazzetto partenopeo lo stile del generale Franco Mottola, tornato a Napoli a dicembre 2013 dopo una traccia memorabile per l’efficacia e la risolutezza della sua azione. Altrettanto difficile credere che questo ammosciamento dei carabinieri non celi una volontà politica sciatta e pulcinellesca, come oramai è usuale constatarla, che abbia imposto ai carabinieri, grati di ricevere il lauto stipendio di 1300 euro mensili, di mettersi sull’attenti davanti a Davide Bifolco.

http://www.pierolaporta.it/i-carabinieri-sammosciano/

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Commentare lo strapotere tronfio ed arrogante della banalitá a volte si avvicina all’impresa di spalare il mare e suona come quando diagnosticano un tumore maligno non al deretano degli altri ma al proprio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Educazione francese, ministro massone. In Italia quanti ministri massoni?

Articolo successivo

Sprechi militari, istruzioni per l'uso