/

La fame di indipendenza non finisce il 18 settembre. La mappa Efa

di GIULIO ARRIGHINImappa

C’è un’Europa che Bruxelles non potrà mai decidere ed è quella che viene da lontano.

In una recente carrellata geografica e storica proposta dal quotidiano inglese Daylimail.co.uk, emerge uno scenario più vicino al passato che al presente del fiscal compact e della Banca centrale europa. Emerge che i movimenti indipendentisti europei altro non fanno che rivendicare un’identità anche territoriale che il quotidiano data al 1360. Siamo più medievali che postmoderni senza però che nessuno tra i movimenti per l’autodeterminazione si sia messo d’accordo col proprio vicino

Le impronte come il dna non cambiano col passare dei governi, sono semmai le guerre e le dittature e le unificazioni forzate con i plebisciti farsa e con le dominazioni a cambiare la fisionomia dei confini. Ma gli uomini che li vivono e che li abitano non cambiano.mappa3

La cartina proposta, proprio nel contingente del dibattito referendario scozzese, arriva dall’Efa, l’European Free Alliance, il cui vicepresidente Comencini è stato peraltro nostro recente ospite nei dibattiti della nostra festa “i dè de l’indipendenza”.

Più che le parole devono parlare questa volta le immagini. Il fiume di parole sulla Scozia che sta inondando il web e la stampa, alimentando la paura di una vittoria, che scardinerebbe l’Europa della Commissione europea e le certezze dei banchieri, può per una volta fermarsi davanti alle cartine geografiche che valgono più di tanti dibattiti.

 

Si vede chiaramente il Veneto, con i suoi 1000 anni di storia, ma si vede la Baviera, con i suoi 12,5 milioni di abitanti e la sua decisa presa di posizione da Berlino. Si vede la Scozia, quando era libera.

Ci sono ragioni identitarie ed economiche, ci sono spinte semplicemente scaturite dal bisogno dell’uomo di non dover soggiacere alla legge del più forte, dello stato più prepotente e fiscalmente armato. C’è la fame di indipendenza che non finisce dopo il 18 settembre.

segretario Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Immigrazione, il Nord fabbrica martiri. Il Papa? Importa clandestini

Articolo successivo

Dalla questione inglese alla questione...padana