CANTU’, MANIFESTO LEGA CONTRO IL TROTA. MA E’ TAROCCO

di RADAZIONE

A Cantù (Como) è andato in scena uno scherzo davvero riuscito: i manifesti della Lega contro lo sfruttamento del Nord e a favore dell’indipendenza della Padania sono stati alterati da una mano ignota l’altra sera a Fecchio e nella sede di Viale Madonna, in pieno centro cittadino. Niente spray ma una certosina imitazione dei caratteri dei manifesti ha sortito un effetto-confusione totale.

Due le scritte alterate: “Il Nord sfruttato non può più mantenere il Trota” (evidente allusione al figlio di Bossi, consigliere regionale) e “L’unica strada è l’indipendenza dalla Lega” (ovvia la storpiatura della Padania). In piccolo sui manifesti la “rivendicazione” della lista “Lavori in corso” ma il leader della civica, Claudio Bizzozero, avverte: “Contenuto condivisibile ma non siamo stati noi”.

(Nella foto il manifesto taroccato ripreso dal www.laprovinciadicomo.it).

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

UN PENSIERO FORTE? RIPENSARE L'IDENTITA'

Articolo successivo

VENETO, ANCHE GLI IMMIGRATI FAVOREVOLI ALL'INDIPENDENZA