/

Cameron fa cadere Gheddafi, poi respinge i profughi. Ha le palle, come dice Salvini, o inglesi paraculi?

di BENEDETTA BAIOCCHIcameron-merkel

Cameron ha detto che il suo paese metterà a disposizione navi ed elicotteri per contrastare il traffico di migranti e Salvini subito ha promosso il premier come un politico con le palle perché ha anche premesso che non accoglierà nessuna persona richiedente asilo.

Messa così, la cosa sembra filare liscia se non fosse che con Francia e Stati Uniti, la Gran Bretagna sponssorizzò la caduta di Gheddafi e la conseguente instabilità dell’area mediterranea a ridosso dell’Italia. Dunque, non c’è da esaltare più di tanto Cameron, perché Londra prima lancia il macigno poi tira il sasso. Più che un politico con le palle, per dirla alla Salvini, ci troviamo davanti ad un qualsiasi Ponzio Pilato. Fatto il danno, ora paghino di altri.

Certo. la Gran Bretagna è disposta a fare la sua parte in Europa nell’emergenza immigrazione, ma non ad accogliere profughi, ha messo in chiaro il premier britannico David Cameron al suo arrivo nella sede del Consiglio Ue, ma nessuno chiederà agli inglesi di pagare gli interessi del piatto rotto.

E nessuno ha battuto ciglio: “La Gran Bretagna darà il suo contributo sia dal punto di vista del budget, sia sul piano dei mezzi, fornendo ad esempio navi ed elicotteri”, ha detto. Ma il contributo britannico è subordinato “alle giuste condizioni, ovvero che le persone salvate siano portate nei Paesi sicuri più vicini, come l’Italia e che non chiedano asilo nel Regno Unito”.

Insomma, da politici con le palle a paraculi, c’è una bella differenza.

Il premier britannico David Cameron ha offerto l’invio nel Mediterraneo di tre navi della Royal Navy e di tre elicotteri per contribuire alle operazioni di soccorso dei migranti e nella lotta ai trafficanti di esseri umani. “Salvare vite significa soccorrere queste povere persone, ma significa anche combattere le bande criminali e stabilizzare la regione. La Gran Bretagna, come sempre, darà il suo aiuto”, ha detto Cameron al suo arrivo a Bruxelles per il vertice straordinario dei leader Ue. Il premier britannico ha inoltre spiegato che i migranti soccorsi verranno portati nel porto più vicino, probabilmente in Italia, e non verrà concessa loro la possibilità di chiedere asilo nel Regno Unito. Tra le navi che Londra impiegherà nell’operazione, figura la Hms Bulwark, la nave da sbarco e porta elicotteri che è l’ammiraglia della Royal Navy per le operazioni nel Mediterraneo.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Bankitalia: "tasse sulla casa, fatele permanenti e pesanti". Esproprio con nuovo catasto e successione

Articolo successivo

Ducale, la sola e vera bandiera d'Insubria. E non solo...