TANTI AUGURI DI BUON ANNO, CHE IL 2013 SIA L’ANNO DELLA SVOLTA

di REDAZIONE

Il peggio dell’Italia (casta di parassiti, spese fuori controllo, tasse infami, inefficienza del sistema, partiti e politici ignoranti, ecc. ecc.) non è colpa di qualche disubbidiente, ma è la conseguenza di una enorme massa di pecore obbedienti e complici del potere.

Scriveva Nicole Oresme: “Come avviene per un corpo in cattivo stato di salute, quando gli umori colano in eccesso da una delle membra, e spesso questa parte del corpo è gonfia e troppo grossa, mentre le restanti sono secche e troppo ridotte, e la proporzione necessaria è distrutta —un tale corpo non può vivere a lungo—, così è per la comunità e il regno, quando le ricchezze naturali sono tirate a sé oltre il normale da una delle parti. In effetti una comunità o un regno, in cui i dirigenti accrescono tanto le loro ricchezze, la loro potenza e il loro prestigio a discapito dei loro soggetti, è come un mostro, come un uomo la cui testa è così grande e grossa che non può più essere nutrita dal resto indebolito del corpo”.

UN AUGURIO DI BUON ANNO E DI TANTA, VERA LIBERTA’

Print Friendly, PDF & Email

12 Comments

  1. Ciao Antonio,
    buon anno innanzitutto, e buon anno a chi a seguire ci leggerà.
    Dimmi solo una cosa: perche vuoi escludere l’impiccagione a testa in giù per ciascuno di loro? Avresti pietà per un vampiro?
    Per essere sicuri, un proiettile d’argento, e un paletto di frassino!!! 🙂

  2. Se fosse sufficiente una svolta !! o possibile una sterzata !!! niente di tutto questo è ormai utile o efficace.
    Contro il cancro, la metastati e uno stato irreversibile perchè irriformabile arriverà la resurrezione. La quale prende forma e vita solo dalla morte.
    Auguro ai lettori e alla redazione ogni bene. Auguro all’italiano medio di ritrovare la fiducia in se stesso e la responsabilità delle proprie azioni, auguro al popolo belante e beota di risvegliarsi dal letargo in cui l’hanno fatto piombare gli illusionisti della politica nostrana e nazionale promettendo diritti sulle spalle sempre di qualche altro.
    Auguro ai parassiti, boiardi, professionisti e non della politica, a partire dal dinosauro del colle per finire all’ultimo dei parlamentari di roma e di tutte le regioni e province, che il 2013 li possa seppellire di vergogna e di letame. L’unica cosa ancora possibile, volendo escludere l’impiccagione a testa giù per ciascuno di loro.

    • Antonino, dovresti essere fiero di avere la costituzione più bella al mondo ed invece di inveire i caporioni, suggerire di esportarla ovunque in cambioi di materie prime, pane e pomodori, perchè molto presto ci sarà la resa dei conti anche alimentare

    • Il problema della morte che ci spetta è che non la si potrà risolvere con un veloce infarto ma con un’immensa sofferenza unita ad un costante accanimento terapeutico.
      In proporzione farebbe meno male farsi scarnificare completamente e buttare dentro il sale.
      L’impiccagione di tutti quei parassiti è l’unica via reale per ottenere dei risultati.

    • Sono d’accordo con Antonino,temo però che il popolo belante continuerà a votare il “vecchio padrone”….così per sicurezza….
      Auguro a tutta la redazione e a tutti i lettori un nuovo anno di consapevolezza nelle proprie idee e nei propri mezzi per raggiungere gli obiettivi ed i sogni che ognuno si è prefissato.
      In quanto alla vergogna che i parassiti dovrebbero ricevere in dono dal nuovo anno ,è un sentimento strettamente collegato con la consapevolezza di ciò che fai o che dici,per cui non può attecchire su talune persone …..per ovvi motivi.
      Mai sentito di un parassita che si è suicidato per vergogna di ciò che aveva fatto!!!!!
      Purtroppo invece molti si sono tolti la vita per colpe che non avevano……

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Solidarietà: ecco il primo disegno di legge che presenterà Bersani

Articolo successivo

Italia, ancora recessione nel 2013: calo del Pil dell'1%