/

Bossi: no a invitare il Sud a Pontida, è la festa della nostra identità

di REDAZIONEbossi salvini ultimo

Salvini leader del centrodestra? “Deve ancora farsi le ossa, deve fare esperienza”. A dirlo e’ Umberto Bossi, intervistato dal Messaggero. “Ad esempio – spiega il senatur – non ha preso voti al Sud, mentre lui immaginava di andare bene”. Se Salvini pecca di presunzione a presentarsi come l’anti-Renzi? “I voti gli danno un po’ ragione. Ma se proprio vuole una rogna, una grana simile, deve per forza mettersi d’accordo con gli altri. Nei prossimi mesi tutto sara’ piu’ chiaro e si capira’ chi e’ il leader del centrodestra. Non basta prendere i voti, bisogna tenere conto della legge elettorale e di un milione di altre cose”. Bossi parla delle cautele di Fi all’ipotesi di Salvini leader del centrodestra: “La verita’ e’ che senza un accordo sulle riforme da fare, su un programma, non si combina niente”. Berlusconi leader e’ vivo o morto? “Spero che sia vivo. Pero’ lo vedremo presto, lo scopriremo quando a palazzo Madama si tornera’ a votare la riforma costituzionale del Senato. Se sbraga li’, e’ morto”.

Poi, ancora: “Non è stato un bello spettacolo vedere il movimento diviso e poi uscire sconfitto in Comuni che governavamo da anni”. E dice no alla proposta di Salvini di invitare gente del Sud a Pontida: “Se invitiamo degli estranei, Pontida rischia di perderebbe la sua valenza. E poi, in ogni caso, non ho ancora conosciuto gente del Sud che vuole darci una mano contro l’assistenzialismo”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Prefetti pronti a requisire le case al Nord per gli immigrati

Articolo successivo

Democrazia apparente, alleanze infestanti