Bossi a Salvini: Italia è già bloccata…. da quella lettera a Berlusconi della Ue

di REDAZIONEbossi nuovo

“Fa bene Salvini a minacciare di bloccare il Paese, perchè lui vuole cambiare l’Italia. Se sono d’accordo con lui? Dipende da quel che vuole fare veramente: ora è in montagna, devo ancora sentirlo. Voglio capire che cosa intende fare concretamente. Se vuole fare delle manifestazioni di piazza sulla riduzione delle tasse, per esempio, è sacrosanto…”. Umberto Bossi, fondatore della Lega, commenta con l’Adnkronos la proposta lanciata da Matteo Salvini di bloccare il paese per tre giorni con una sorta di ‘sciopero bianco’ contro il governo. Il senatur non critica l’uscita del segretario del Carroccio ma vuol vederci chiaro e gli ricorda che ”l’Italia è già da tempo ferma…”. ”Salvini -avverte l’ex ministro delle Riforme- arriva in ritardo, l’Italia è già bloccata… Nel triennio 2008-2011 il nostro Paese ha subito un primo crac” e, ora, nell’era del governo Renzi, frutto del ”duo Napolitano-Monti- ne sta vivendo un altro…”. Il senatur non ha dubbi: ”Che Renzi sia la conseguenza del duo drammatico Napolitano-Monti, non ci sono dubbi…”.

Bossi spiega come è arrivata la ”svolta negativa” sul piano economico-finanziario per l’Italia. ”Nel 2008 -ricorda- le banche prestavano ancora soldi alle imprese. E la liquidità italiana era più alta di quella tedesca. Il lavoro, poi, c’era ancora. La storia -assicura il fondatore della Lega- dirà che il primo segnale di peggioramento è stata la lettera della Ue arrivata all’allora presidente del Consiglio Berlusconi”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Forse i vescovi chiacchieroni hanno ricordato anche Marcantonio Bragadin?

Articolo successivo

Il sindaco di Agrigento: non ce la facciamo più a sfamare i minori stranieri. O salta il bilancio del Comune