Bossi, a cena con l’espulsa Rosi Mauro e con i “fedelissimi”

FONTE ORIGINALE: www.repubblica.it di Francesco Coco

Ha cambiato caffè: non più l’amato “Barocco”, ma il “Tre scalini”, dalla parte opposta di piazza Navona. La cornice è però rimasta la stessa, a pochi passi dal Senato. Così il presidente della Lega, Umberto Bossi, ha rimesso piede nella capitale, dopo mesi; soprattutto, dopo il frangente giudiziario e politico che è precipitato su di lui e sul partito.

Ieri sera sembrava di essere tornati indietro nel tempo: a un “Cerchio magico” in versione ridotta. Con lui al tavolo c’erano Rosi Mauro, vicepresidente del Senato, espulsa dalla Lega, e un paio di altri leghisti, tra cui la deputata Paola Goisis. C’era una storica collaboratrice di Bossi. E a pochi passi c’era Pier “Mosca” Moscagiuro, caposcorta della Mauro. La comitiva si è trattenuta fin verso la mezzanotte.

Alla domanda su una recente dichiarazione di Roberto Maroni (“Bossi non ha più poteri”), il Senatùr -attualmente deputato- ha fatto un gesto tra l’ironico e lo stizzito. E’ intervenuta la Goisis: “Bossi è l’unico capo che c’è”; e dietro la voce della Mauro: “Brava!”

Tutto come una volta: Bossi è arrivato e se ne è andato a bordo delle stesse auto di servizio e con gli stessi uomini di quando era ministro e segretario della Lega.

Per vedere il video vai su http://video.repubblica.it/politica

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Confcommercio: pressione fiscale al 55%, e' il record mondiale

Articolo successivo

CRISI? SIAMO MOLTO LONTANI DAL TROVARE UNA SOLUZIONE