Bomba a mano trovata in un sacchetto lasciato all’ingresso di Equitalia

di REDAZIONE

Una bomba a mano fabbricata nell’ex Jugoslavia, ma ancora in buono stato e completa di spoletta, è stata trovata in un sacchetto appeso all’ingresso degli uffici di Equitalia, a Chivasso (Torino). L’ordigno è stato rimosso dagli artificieri del comando provinciale di Torino dei Carabinieri.

Tempo fa, 8.30 i dipedenti dell’agenzia delle entrate sono arrivati davanti alla sede in piazza Risorgimento trovando una vera e propria montagna di sterco davanti all’ingresso, a Gallarate (Va). Affissi, intorno all’entrata, cartelli di protesta che citavano le difficoltà di pensionati, mamme e lavoratori onesti a sostenere una pressione fiscale in crescita e un sistema di riscossione dei tributi che non sconta nulla

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

Rispondi a pierino Annulla risposta

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Guai a criticare lo Stato italiano, ti becchi una multa per vilipendio

Articolo successivo

Salasso autostrade: la Lega annuncia presidi ai caselli