Bollette, quelle clausole in contratto che poi cambiano unilateralmente…

 Continuano ad aumentare i costi per famiglie e aziende delle materie prime, con le bollette dell’energia elettrica e del gas che stanno raggiungendo nuovi record, mettendo seriamente in difficoltà persone e aziende in tutta Italia.
Al fine di non patire torti ingiunti è importante “saper leggere” le proprie bollette al fine di poter verificare se siano corrette o meno.
Va ricordato sul punto che le compagnie venditrici di energia non possono modificare unilateralmente, cioè con decisione esclusivamente propria, i contratti precedenti agli aumenti che bloccano il prezzo a cifre fisse, come ad esempio quello riportato nell’immagine a solo scopo esemplificativo.
Qualora ciò non venisse rispettato si verificherebbe un inadempimento contrattuale con possibilità di chiedere la restituzione di quanto pagato in eccesso rispetto al dovuto.
Ciascun contratto dovrebbe essere valutato nelle sue clausole e per tale motivo il Codacons si mette a disposizione per ogni consulenza necessaria a riguardo, valutando la possibilità di esperire azione inibitoria contro le società venditrici di energia in caso di mutazione delle condizioni di contratto a danno dei consumatori.
Ufficio Stampa Codacons Lombardia: 346/6940183
consulenze@codaconslombardia.it – 02/29419096
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Bernardelli: Non con il mio voto! Disobbedienza civile, come diceva Miglio!

Articolo successivo

Confcommercio Lombardia: RISCHIO CHIUSURE ANTICIPATE PER FINALE STAGIONE ESTIVA