/

Bitonci (Lega Nord): “Stop ai soldi ai postifici romani”

di REDAZIONE

”Mezzo miliardo all’anno di contributi pubblici, come nessun altro in Italia. Buonuscita milionaria a dirigenti incapaci. 12.000 dipendenti. 1,6 miliardi di perdite in 10 anni, peggio di Alitalia. Questa è l’Atac, l’azienda di trasporto pubblico del Comune di Roma, che sopravvive in un regime distante anni luce da quello del libero mercato”. Lo ha affermato in una nota Massimo Bitonci, presidente dei senatori della Lega Nord.

”Mentre in Veneto il trasporto locale su rotaia e’ indecente, a Roma, anche con i soldi dei veneti, si parcheggiano gli amici, se e’ vero che il 55% del fatturato dell’Atac serve solo a pagare gli stipendi. In compenso – ha aggiunto – l’evasione tariffaria e’ altissima, stimata fino anche al 40%. Peccato pero’ che i controllori siano solo 70: evidentemente risanare l’azienda facendo pagare il biglietto a chi prende i mezzi non interessa, tanto c’e’ sempre lo Stato a metterci una pezza. Attendiamo Letta al varco del Milleproroghe: non provi ad inserire una norma Salva Atac, che preveda altri stanziamenti per l’ennesimo carrozzone romano.

Il Sud deve camminare con le sue gambe o il Nord lo lascera’ a piedi”, ha concluso.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Alcune cose che mi aspetto dal nuovo anno per la resurrezione di Livorno

Articolo successivo

ÒcTele, dal 20 dicembre una web-tv solo in lingua occitana