/

Trenzano, battaglia case requisite. La Lega sta con i prefetti?

di ANDREA BIANCHItrenzano4

Nei giorni scorsi mi avevate pregato di coinvolgere anche altri Sindaci in questa lotta intrapresa a difesa degli #ITALIANI, e così ho iniziato ad impegnarmi in tal senso. In tutta sincerità devo confidarvi che credevo fosse molto meno complicato.

Oggi 12 colleghi BRESCIANI, tutti riconducibili all’area di #Centrodestra, hanno condiviso e sottoscritto la risposta alla convocazione inviataci dal Prefetto, che qui vi propongo. A dire il vero, questa è la versione edulcorata rispetto alla mia prima bozza. Ma va bene così.

Altri, purtroppo, mi hanno espresso il loro consenso fuori tempo massimo, e per questo ci siamo impegnati a risentirci per ulteriori e future iniziative. Tra questi, per esempio, i Sindaci di Pisogne e di Rudiano.

Altri ancora, invece, hanno preferito declinare l’invito: chi prendendo tempo e prendendomi anche un po’ in giro; chi adducendo invece a scuse che non sto qui a riferivi poiché non ne varrebbe la pena. Sorprende, e spiace, che tra quest’ultimi ci siano anche Sindaci iscritti a partiti che non ti aspetteresti come Fratelli d’Italia e Lega Nord.

Significativo ritengo il caso del Sindaco di Rovato, Roberta Martinelli (leghista), la quale mi ha comunicato di non poter sottoscrivere questa lettera perché incaricata dal Prefetto di Brescia, colui che ha minacciato di requisire strutture PUBBLICHE e PRIVATE immediatamente utilizzabili per alloggiare gli immigrati, di trovare sul territorio limotrofo al suo, ma non a Rovato, soluzioni alloggiative per una quota dei 100 clandestini sbolognati dal Governo Renzi alla Provincia di Brescia e che arriveranno entro il fine settimana. Vedi qui: http://www.giornaledibrescia.it/in-citta/nuovi-profughi-in-arrivo-sindaci-chiamati-a-fare-rete-1.1908153

Tanto vi dovevo. I CITTADINI DEVONO SAPERE!trenzano4

Print Friendly, PDF & Email

4 Comments

  1. La trasversalitá con la quale si interpretarono dicotomie proprie ed altrui , pare cartina di tornasole certificante l’avvezzo praticume a ciò che tanti schizofrenici furbastri usano definire “gestione della cosa pubblica” , ” impegno civile” , ” contributo doveroso alla collettivitá ” . Palle colossali , razionalizzazioni su se stessi per legittimarsi lazzaroni istituzionalizzati , spesati, assistiti. La mala piaga , non è la tirannide che tutti aimè quando si subisce la riconoscono immediatamente , ma parole vuote come democrazia , unitá, tolleranza.
    Aprendo gli occhi , e questi si spalancano molto bene quando realtá carogna e sopruso sono conficcati nell’incauto incolpevole deretano , si realizza presto che costruire benessere prospettiva e futuro evoluto richiede risorsa intangibile qualificata , passione al lavoro e concretezza pertinente ; ciò che la “filosofia nichilista dell’attuale che avanza ” tende a distruggere sul nascere.
    Non resta che per tantissimi , aimè oramai maggioranza camuffarsi e riciclarsi prescindendo da colori od idee , accaparrarsi posti in prima fila e strafogarsi avidamente prima del loro inevitabile turno sulle macerie di moribonda societá intronata e drogata di finto benessere. Cari miei non c’è una logica che non questa, a finzioni siamo al massimo , la nemesi non attende altre repliche.

  2. andrea bianchi, spero che la LEGA NORD ti quereli per le menzogne che racconti…falso!!…e stata la Lega Nord la Prima a lanciare l’alllarme..”case requisite”..proprio l’altra settimana il Presidente della Lombardia Maroni, ha dichiarato PUBLICAMENTE…che in Lombardia non saranno accettati extra…e che i Prefetti si scordino che i sindaci della Lega Nord, chiederanno apartamenti sfitti per ospitarli…Zaia in Veneto, gli sta gia facendo un Cu..o cosi ai vari prefetti, da mesi..!!! Smettiamola di Raccontare BALLE…Falso…segnalerò queste tue Menzogne….in questa specie di giornaletto acido nei confronti della Lega Nord..noto purtroppo molte Falsità e Menzogne..Vergognatevi!!!!

    • Gentile lettore, anche il suo dissenso accusatorio e a tratti diffamatorio ha avuto spazio. In democrazia funziona così, in modo che chi la pensa diversamente e ha le sue verità, abbia l’opportunità di replicare. Essere però falsi e menzogneri è altra cosa. Queste sono accuse che respingiamo al mittente, sempre che solo lei abbia lo spirito santo incarnato nella tastiera del pc così da vedere solo lei cosa sia giusto e vero. Se poi vuole dire dove possiamo trovare lo stampino per essere migliori, come lei, ce ne procureremo una valanga. Se il giornaletto acido non le piace, non perda tempo a sfogliarlo. Un piccolo dettaglio che non sarà infatti sfuggito alle sue sinapsi: il titolo termina con un punto di domanda. E’ davvero così? Come vede, lasciamo spazio anche al dubbio e alle repliche, ma non ai processi da bar del porto.

Rispondi a Ric Annulla risposta

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Caro Reguzzoni, io sto con Magdi Allam e non con i tagliatori di gole

Default thumbnail
Articolo successivo

Intesa San Paolo, utili per tutti?